Esce oggi “Shame” film inglese definito: potente, da non perdere, provocatorio | Trailer italiano

Su questo film la critica è stata abbastanza divisa. I più “bigotti” e “puritani” ovviamente non hanno potuto far altro che condannare questo film, senza poi prendere atto che il problema comportamentale di cui il film tratta, ci circonda, seppur mascherato e và trattato.

Altri invece hanno voluto chiedersi … da dove viene questo personaggio?

Nel mondo di oggi, è facile avere delle ossessioni. Dei comportamenti compulsivi, dipendenze da droga, alcol, gioco. O sesso. Abbiamo la libertà, oggi. Ma è facile che tanta libertà diventi una prigione. Questo personaggio è così:

“un esempio di come tanta libertà possa diventare una prigione”.

[ad#Silvio]

Regia di … Steve McQueen.

Si chiama Steve McQueen, e giusto per quelli che possono sobbalzare a questo nome, è un artista visuale, ha quarant’anni, è nato in Inghilterra, è di colore. Insomma, niente a che vedere con l’ “altro” Steve McQueen. Questo è un autore di videoinstallazioni, un fotografo e scultore, un re delle gallerie d’arte. Uno che ha anche fatto film minimalisti, nello stile di Andy Warhol, per poi esordire nel cinema vero e proprio due anni fa, con Hunger. E vincere subito la Caméra d’or a Cannes.
In Shame, presentato a Venezia in concorso, racconta con lunghi piani sequenza assorti, quasi alla Antonioni, la vicenda di un trentenne newyorkese ossessionato dal sesso. Prostitute, masturbazioni nella doccia, pornografia sul computer, webcam erotiche, donne guardate per un attimo in un locale o in metropolitana e spesso “consumate” subito dopo; persino sesso omosessuale con sconosciuti. Però, quando trova una a cui vuole bene, non riesce a farci l’amore.

Ed ora il trailer in italiano:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wrfu4AOqfiE[/youtube]

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.