“ Le donne israeliane tra cinema e realtà ” a Cinematov

0 129

Cinematov : rassegna di film israeliani in programma a Milano al teatro Franco Parenti

Cinematov 2° edizione a Milano

Cinematov, rassegna di cinema israeliano indipendente giunta quest’anno alla seconda edizione presenterà a Milano al TeatroFranco Parenti, dal 4 al 7 ottobre, una serie di film imperniati sulla donna nella società israeliana.

Tutti i film in programma a Cinematov, opere che vanno dagli anni ‘60 a quelli del 2000, girano intorno al tema “Le donne israeliane tra cinema e realtà”una serie di corto e lungometraggi che evidenziano il ruolo delle donne nella società di Israele, riflettendo un’immagine che può sorprendere rispetto all’immaginario spesso veicolato, di una donna paritaria rispetto all’uomo, in un paese antesignano che tra i primi ha visto la presenza di rappresentanti femminili nell’esercito e di una donna di primissimo piano internazionale come Golda Meir dominare la scena politica( lady di ferro come la britannica Thatcher che diventerà 1°ministro nel ’79 mentre la Meir era già deceduta da un anno).

Cinematov al Teatro Franco Parenti

I film presentati a Cinematov, sono stati selezionati tenendo conto della loro qualità (diversi, infatti, hanno ricevuto premi e menzioni) ma anche con il desiderio di offrire al pubblico la visione di opere difficilmente proposte nei circuiti commerciali.

Film in maggioranza di registi uomini, tra questi anche uno, “Matzor”, (che fu candidato alla Palma d’oro a Cannes) di un regista italiano Gilberto Tofano,(figlio dell’attore, regista, disegnatore Sergio Tofano) mentre la rassegna è opera di una donna Marta Teitelbaum, – giornalista, traduttrice e docente di ebraico all’università di Amiens.

Marta Teitelbaum, con il suo sguardo attento e sensibile e la sua grande conoscenza di Israele paese in cui ha compiuto i suoi studi, ha a lungo vissuto, che continua regolarmente a frequentare sia per lavoro che per relazioni familiari, ha curato una volta di più un programma vario ed accuratamente scelto per offrire agli spettatori una rassegna di grande qualità che non potrà che interessare il pubblico.

Rispondi