Flashback: Trojan che infetta i Mac, Apple antivirus pronto. Info.

0 71

Flashback il Trojan che infetta i Mac, l’antivirus in studio dalla Apple. Forse già per fine settimana sarà messo in circolazione

Flashback l’antivirus dalla Apple è quasi pronto

Flashback così si chiama il Trojan che infetta i Mac, ora contro Flashback, la Apple sta ultimando l’antivirus in studio. Forse già per fine settimana sarà messo in circolazione.

Flashback  se non ricordate questo nome, facciamo un passo indietro…  vi avevo parlato di Flashbach , il Trojan che ha infettato i Mac di tutto il Mondo e su come agiva…

Su Flashback ecco comunque una scheda a riguardo di questo cavallo di troia o trojan, che dir si voglia, che in pratica è l’unico potente virus in grado di attaccare i Mac. Ma vediamolo nello specifico e come agisce:

Flashback primo vero Apple virus. Fino ad ora, la Apple, per quanto riguarda le minacce di virus, se l’era cavata benissimo, le minacce erano sempre state a carico dei Pc. Questo perché molto virus lavorano basandosi sull’exe. Il Mac non aprendo il formato exe non può quindi essere attaccato dai virus.

Si chiama Flashback  il primo virus serio a colpire i personal computer della Apple, in quella che gli esperti stimano come la più vasta infezione subita dai Mac in quest’ultimo decennio. L’allarme è stato lanciato all’inizio della settimana dalla società specializzata in antivirus, Dr. Web, e confermata oggi dalla connazionale Kapersky. Entrambe parlano di almeno 600 mila Mac colpiti che sarebbero entrati loro malgrado a far parte di una botnet, una rete di computer zombie.

Flashback è un cavallo di Troia, ovvero un tipo di virus informatico, più propriamente un malware che cattura password e altri tipi di dati personali e consente ai criminali informatici di prendere il controllo del computer, all’insaputa del suo proprietario, per tutta una serie di attività illecite.

Flashback secondo quanto riferiscono i siti specializzati, è un trojan horse è comparso per la prima volta alla fine di settembre scorso come un falso componente plug-in di Flash, che Apple da poco più di un anno non inserisce più nei suoi Mac, e poi si è evoluto nella forma attuale che sfrutta il codice Java nei computer, usato tra l’altro per far funzionare giochi online come Minecraft ed altri.

Tra le conseguenze del malware, secondo quanto informa in una nota Microsoft, c’è anche il fatto che chi ha installato sul proprio Mac infetto il pacchetto Office 2004, non riesce più a usarlo.

[ad#Silvio] 

Ora vediamo  la risposta al virus Flashback:

Da Cupertino è arrivata quindi una risposta ufficiale:

Apple sta sviluppando un software per individuare e rimuovere il malware Flashback. Quanto tempo ci vorrà non è dato saperlo, ma considerando che al tempo del rogue MacDefender, che se ricordate, come avevo scritto nel precedente articolo, era un falso antivirus, Cupertino in quell’occasione, rilasciò la soluzione in una settimana, i tempi potrebbero essere simili.

Attenzione però perché in questo caso le versioni dei sistemi operativi supportati dalla patch di Apple saranno però solo le ultime due, Lion e Snow Leopard. Per i vecchi sistemi bisognerà ricorrere alla rimozione manuale 2.

Cupertino ha anche dichiarato di procedere collaborando con i provider internet, per disabilitare l’azione del virus online, in modo che le macchine infette non possano ricevere più comandi dall’esterno.

La soluzione completa “made in Apple” a Flashback potrebbe arrivare quindi per il 17 di aprile, ma nel frattempo ci sono rimedi alternativi, tra cui l’intervento sul terminale come indicato da F-Secure 3 e il tool di Kaspersky, Flashfake, disponibile gratuitamente.

Rispondi