Ricordando Kurt Cobain, il Grunge di Seattle | VIDEO LIVE Kurt

0 46

Ricordando Kurt Cobain, il Grunge di Seattle ci lasciava il 5 Aprile 1994 per rinascere: A Star is Born. Video Live Kurt

Ricordando Kurt Cobain

Ricordando Kurt Cobain, il Grunge di Seattle ci lasciava il 5 Aprile 1994. Di anni ne sono passati ma  una voce così graffiante ed arrabbiata … si fa veramente fatica a trovarla. Intendiamoci, ci sono tantissimi artisti bravi in circolazione ma, che volete che vi dica, Kurt Cobain era il Grunge di Seattle. Si perché Kurt Cobain, con le sue incazzature, rabbie, graffianti plettrate sulla sua Fender, lo diceva ma soprattutto lo urlava. Ricordando Kurt Cobain lo scrivo perché per me  è impossibile, ancora oggi, dopo molti anni dalla sua scomparsa, non provare ammirazione e, nello stesso tempo, rabbia, per un talento come il suo distrutto dai dubbi della vita. Non starò a raccontarvi la vita di Kurt Cobain, del resto, chi legge l’articolo , già lo sa…

Nemmeno sulla sua scomparsa, alquanto dubbia, devo dire, per la complessità …. ma secondo voi, è possibile, in uno stato di forte confusione, e sappiamo di che tipo, fisico e psichico, riuscire a suicidarsi in un modo così complicato?

Ricordando Kurt Cobain e la sua voglia di raccontare tutti i turbamenti umani, sia con la voce che con la chitarra vuole solo essere un ricordo … si perché il Grunge di Seattle era unico, come è ancora unico ascoltare le sue canzoni. Kurt Cobain, per chi lo ascolta, non ha mezzi termini … piace o non piace …. Il si, ma …. non esiste!

[ad#silvio]

Ricordando Kurt Cobain ed i suoi Nirvana che, senza di lui … non esistono, dà da pensare alla bravura di questa stella cometa …passata su di noi forse anzi sicuramente, troppo in fretta..

Comunque pare che  anche il cinema continui a pensarlo:

A Star is Born, il prossimo film di Clint Eastwood, ha davvero a che fare con Kurt Cobain. L’ha rivelato a CraveOnLine, al junket di The Lucky One, lo sceneggiatore Will Fetters, spiegando come ad hoc abbia “reinventato il personaggio di Norman Maine: ho voluto fare A Star is Born perché sono un grande fan di Kurt Cobain. La sua fine è stata per me adolescente come l’assassinio di Kennedy. Così ho approcciato il film, come se Cobain non avesse mai registrato Unplugged e fosse sopravvissuto, e oggi e vorrebbe fare quell’album”. La Warner Bros. ha nel mirino Tom Cruise per il ruolo di protagonista: affiancherebbe la già annunciata Beyoncé.La versione di Eastwood è la quarta ad arrivare sugli schermi: William A. Wellman diresse nel ’37 l’originale con Janet Gaynor e Fredric March; quello di George Cukor del ’54, con Judy Garland e James Mason, è probabilmente il più conosciuto, mentre nel 1976 Frank Piersonfirmò una versione aggiornata interpretata da Barbra Streisand e Kris Kristofferson.

Ricordando Kurt Cobain con un video e forse anche due ma…non basterebbero mai. Comunque provo a mettere qualche cosa di vario dei Nirvana e di Kurt Cobain anche se, l’unplugged non può mai mancare…sa dare alla sua musica un’atmosfera particolare e profonda

http://www.youtube.com/watch?v=FC6KlhyJIRE

Rispondi