Lele Mora, atto dimostrativo in cella: cerotti sul naso e bocca

1 81

Atto dimostrativo di Lele Mora in cella

Lele Mora ha fatto un forte atto dimostrativo nel carcere milanese di Opera dov’é attualmente detenuto. Lo riferisce in una nota il segretario generale della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno.

Mora, riferisce il comunicato, ha tentato di soffocarsi con dei cerotti, regolarmente detenuti in cella, sul naso e la bocca.

Tentativo sventato dagli agenti del penitenziario.

Eugenio Sarno ha dichiarato.

“Considerate le modalità più che di un reale tentato suicidio è forse più appropriato parlare di un gesto dimostrativo, che non è escluso possa essere stato messo in piedi per attirare l’attenzione sulla sua vicenda processuale”.

“Il clamoroso è solo uno dei circa 1.000 tentati suicidi verificatisi quest’anno nelle carceri italiane, con circa 395 vita salvate in extremis dalla polizia penitenziaria”.

1 Commento
  1. Saundra Jarvie dice

    Sull’atto di nascita del mio bisnonno è indicato “padre ignoto”. Anche sull’atto di matrimonio e di morte non è indicato niente. Come fare per rintracciare il padre e continuare il mio albero genealogico?

Rispondi