Crotone, Postino Scansafatiche nasconde 2 tonnellate di posta in casa!

0 144

Santa Severina (KR). Un postino scansafatiche non consegna la posta accumulandone 2 tonnellate in casa. I Carabinieri lo scoprono dopo un attento monitoraggio, a seguito delle lamentele ricevute.

Questo evento curioso e spiacevole è accaduto a Santa Severina, in provincia di Crotone, dove un postino scansafatiche di 34 anni, nato al nord e residente a Santa Severina, ha deciso di non consegnare più la posta agli abitanti della cittadina.

Sono state diverse le lamentele giunte dalla popolazione al Comandante della Stazione, Maresciallo Capo Cefalo, e proprio a partire da queste lamentele si è deciso di monitorare lo smistamento della posta e tutto il percorso che compie fino ai destinatari.

Ma cosa si è scoperto? Si è scoperto che la posta non arrivava più ai destinatari, ma che si fermava a casa del postino scansafatiche. Infatti, il postino andava a Rocca di Neto, dove veniva effettuato lo smistamento, e prelevava la posta, poi tornava a casa e quando usciva non portava con sé tutta la posta precedentemente prelevata. Questo è quello che hanno osservato i Carabinieri durante l’attività di monitoraggio sulla catena di consegna della posta.

I Carabinieri hanno deciso, dunque, di percuisire l’abitazione del postino scansafatiche e, dopo un primo controllo durante il quale si è trovata una quantità relativamente piccola di posta, l’uomo si è giustificato dicendo che era stato poco bene e non aveva potuto consegnare la posta. I Carabinieri, però, hanno deciso, poi, di percuisire anche il box-cantina dell’abitazione scoprendo delle quantità più ingenti di posta non consegnata, ma non è tutto! Gli agenti hanno deciso di percuisire anche il garage della casa della madre del postino scansatiche scoprendo una quantità ingente di posta accumulata in un carrello da traino stradale e in svariati scatoloni.

In totale la posta non consegnata ammonta a 2 tonnellate. Tra le lettere, gli avvisi e i referti medici trovati spicca il caso di una donna che aspettava gli esiti per curare una brutta malattia. Oltre a questo caso ritroviamo anche bollette non pagate e quindi andate in mora. Insomma, questo postino scansafatiche ha creato non pochi problemi alla popolazione.

Di cosa è stato accusato il postino?

Il soggetto, mancando tecnicamente la flagranza di reato, è stato denunciato quindi in stato di libertà per Peculato, Interruzione di pubblico servizio, Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza commessa da persona addetta al servizio delle Poste e Sostituzione di persona. Inoltre, l’accusa si è estesa anche alla rivelazione di contenuto di corrispondenza, in quanto sono state trovate alcune lettere già aperte.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.