Rapina a mano armata e inseguimento a Collegno (TO)

0 40

Collegno si ritrova a festeggiare il primo giorno di primavera tra rapine e inseguimenti. Oggi,  è stato preso d’assalto da due rapinatori il  benzinaio Agip di V.Thures, Torino, situato poco dopo il confine di Collegno.

Il benzinaio non è la prima vittima di rapina a mano armata, infatti, negli ultimi due mesi sono stati molti i negozi della zona a essere presi di mira. Proprio venerdì sera, intorno alle 19.00, mi trovavo al Crai di corso Francia  quando un rapinatore ha puntato una pistola in faccia alla cassiera dicendole: “dammi i soldi e fai in fretta, muoviti!”. La cassiera non ha esitato a eseguire gli ordini, e, poco dopo l’uscita di scena dei rapinatori ha urlato “ S. mi hanno rapinata! ”. Fortunatamente la clientela non è stata coinvolta, che tra l’altro non si era accorta di nulla, e il tutto si è svolto in meno di un minuto. Mentre aspettavamo i carabinieri la cassiera, ancora scossa dall’ accaduto, mi ha confidato che non era la prima volta che succedeva una rapina che, anzi, erano diventate molto frequenti soprattutto nelle ultime settimane.

Oltre al Crai, anche un Carrefour express ha subito lo stesso trattamento, così come la farmacia di V. de Amicis.

Dati i numerosi accaduti, la polizia ha iniziato a sorvegliare la zona e oggi ha “acciuffato” due rapinatori armati che hanno preso d’assalto il benzinaio, probabilmente gli stessi protagonisti delle altre vicende.  l’inseguimento è durato per circa 800 metri, creando caos e terrore tra gli abitanti di Collegno che hanno vissuto una vicenda quasi cinematografica vedendo auto sfrecciare per tutto il tratto di corso Francia prima del cavalcavia che porta verso Rivoli. La polizia è riuscita a bloccare i ladri in via Manzoni, una via a senso unico sempre molto trafficata  a qualsiasi ora del giorno. Molti curiosoni, soprattutto abitanti dei palazzi, sono scesi in strada a commentare l’accaduto. Vi assicuro che neanche alle feste patronali ho visto così tanta partecipazione.

Per fortuna la vicenda si è conclusa nei migliori dei modi con l’arresto dei due malviventi. Ora, si spera in giorni meno  movimentati.

Rispondi