Nave cisterna incagliata nel Siracusano

0 78

Nave cisterna “Gelso M”, a causa del forte maltempo, si è incagliata nel Siracusano.

Oggi nel Siracusano, c’è l’allarme maltempo. In tuta la Provincia la protezione Civile è allertata. Il mare è molto mosso, forza 8, ed il vento spira a 40 nodi.

 Eppure, nonostante le previsioni fossero state chiare e la situazione del tempo visibilissima, una nave cisterna si accingeva ad attraversare, questa mattina, le acque nei pressi di Siracusa. La nave cisterna si è incagliata sugli scogli a causa del maltempo a Santa Panagia, una contrada periferica sita a nord-ovest di Siracusa. La nave ”Gelso M” era diretta ad Augusta.

L’allarme è scattato questa mattina, intorno alle 10, alla Capitaneria di porto e secondo una prima ricostruzione sarebbe stata la forte mareggiata a fare perdere il controllo della nave. Sul posto sono intervenuti motovedette della guardia costiera e due elicotteri.

La “Gelso M” si trova inclinata sul fianco sinistro con la prua in direzione Siracusa, a pochi decine di metri dalla riva.

[ad#Silvio]

L’incidente avvenuto alla nave cisterna “Gelso M” potrebbe essere stato causato da un errore di rotta: con il mare forza 8 e il vento a 40 nodi, l’imbarcazione non avrebbe dovuto navigare così vicino alla costa. L’evacuazione dei 19 membri dell’equipaggio, appena terminata, si è avvalsa dell’intervento di alcuni elicotteri.

La sala macchine della nave é completamente allagata mentre non vi è stata fuoriuscita di carburante, dal momento che l’imbarcazione, proveniente da Marghera, avrebbe dovuto fare rifornimento ad Augusta.

Il ministero dell’Ambiente, tuttavia, è già stato allertato per monitorare la situazione in relazione al rischio di inquinamento del litorale. Sulla nave incagliata, che è vuota, vi sono 19 componenti dell’equipaggio che si trovano ancora a bordo.

La nave ha una stazza lorda di oltre 11 mila tonnellate, é lunga 14 metri e larga 22. Nel registro nautico risulta di proprietà di un armatore di Augusta.

Rispondi