Mutuo prima casa: da oggi possibile sospensione pagamento, MODULISTICA

3 125

Da oggi è possibile chiedere la sospensione dell’intera rata del mutuo per l’acquisto della prima casa. Torna infatti pienamente operativo il Fondo di Solidarietà del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Accedendo a tale fondo sarà possibile sospendere il pagamento del mutuo fino a 18 mesi.

Sospensione mutuo prima casa: come si fa la richiesta?

Per poter usufruire della sospensione è necessario presentare una richiesta presso la propria banca e presentare l’apposita documentazione reperibile sui siti web del Ministero dell’Economia e delle Finanze e della Consap (concessionaria servizi assicurativi pubblici).

Clicca QUI per scaricare il modulo per la domanda di sospensione del mutuo

La domanda, debitamente compilata, deve essere consegnata alla Banca o all’intermediario finanziario che ha erogato il mutuo. Sarà compito della Banca o dell’intermediario verificare la correttezza formale dell’istanza e inoltrarla alla Consap che rilascerà all’interessato, a patto che ne abbia i requisiti, il nulla osta per la sospensione del pagamento del mutuo.

Sospensione del mutuo: chi può e chi non può fare domanda

Il primo criterio discriminante per l’accesso alla sospensione del mutuo è l’importo stesso del mutuo. Può infatti presentare domanda solo chi ha contratto un mutuo di importo inferiore a 250.000 euro. L’interessato deve inoltre aver già versato regolarmente tutte le rate per almeno un anno e deve avere un indicatore ISEE non superiore a 30.000 euro. Può ottenere la sospensione il mutuatario che nei tre anni antecedenti e comunque dopo la stipula del mutuo si sia trovato in una delle seguenti condizioni:

  1. cessazione del rapporto di lavoro subordinato, tranne alcuni casi specifici (risoluzione consensuale o per limiti di età, licenziamento per giusta causa, dimissioni non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione);
  2. morte, handicap grave o invalidità civile superiore all’80% del mutuatario o, in caso di mutuo cointestato, di uno degli intestatari.

Non possono invece accedere al beneficio della sospensione del pagamento della rata del mutuo coloro i quali si trovino in una delle seguenti condizioni:

  1. Ritardo nei pagamenti di oltre 90 giorni o avvenuta decadenza dal beneficio del termine o risoluzione del contratto stesso, anche attraverso notifica dell’atto di precetto, avviata procedura esecutiva sull’immobile ipotecato;
  2. Fruizione di agevolazioni pubbliche;
  3. Assicurazione sul rischio che si verifichino gli eventi sopra descritti, purché tale assicurazione garantisca almeno il rimborso delle rate di cui si chiede la sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione.

Maggiori informazioni sul sito di Consap a questo indirizzo.

3 Commenti
  1. Anna dice

    Salve,
    il mio commento consiste sul fatto che ogni Banca ha il libero arbitrio di decidere se modificare le condizioni stipulate al momento del contratto mutuo. Lo trovo assolutamente vergognaso! Cosa serve la sospensione per la crisi, ci vengono incontro e poi? No comment!

  2. Roberto dice

    Buongiorno, volevo sapere se una persona che è stata messa in cassa integrazione può usufruire della sospensione del pagamento del mutuo prima casa

  3. feder dice

    Buona sera,sono un pensionato che oltre alla pensione lavorava anche 20 ore settimanali con l’IBM per far fronte ai continui aumenti.Questo lavoro l’ho praticato per circa 10 mesi,proprio nel periodo in cui surrogavo il mio mutuo,e cioè nel 2010.Ora sono venute a mancare alcune cose:
    Non lavoro piu’con l’IBM Da piu’ di un anno e si sanno bene i motivi,sono 2 anni che la pensione non viene rivalutata,mia moglie è andata in pensione e percepisce una pensione di 400 euro al mese pari alla meta’ di quello che era il suo stipendio.Con questi presupposti,la banca mi ha sospeso il mutuo per 6 mesi,ma ho chiesto una ulteriore sospensione che pare non verra’ concessa,cosa posso fare?Posso essere ancora tutelato?grazie

Rispondi