Milano divisa in quattro su un tovagliolo: radical chic, snob, frikkettone, truzzo

0 87

Milano è stata divisa in quattro quadranti su un tovagliolo.

L’idea è di due ragazzi milanesi d’adozione, Diletta Sereni, 29 anni, e Daniele Dodaro, 25 anni. E’ nato tutto per gioco, in un locale di Milano dove Diletta e Daniele si trovavano a disagio e hanno deciso così di creare il “Quadrato semiotico del divertimento milanese” su un tovagliolo.

Il “Quadrato semiotico del divertimento milanese”. Struttura.

I ragazzi hanno tracciato due direttrici: una orizzontale, da sinistra a destre, e una verticale, da collettivo ad elitario. Hanno formato così quattro quadranti dove hanno inserito i locali più conosciuti di Milano. Ad ogni quadrante, poi, a seconda dei locali che comprendeva, è stato dato un nome corrispondente alla categoria di milanesi che frequenta la zona considerata. Così in senso orario troviamo: radical chic, snob, frikkettone e truzzo.

Boom sul Web per Milano sul tovagliolo

I due ragazzi, però, non si sono fermati al tovagliolo e hanno pubblicato la loro intuizione sul web in un blog creato partendo proprio da questa idea (squadrati.wordpress.com). Mai avrebbero pensato che “Milano sul tovagliolo” avrebbe potuto destare l’attenzioni di così tanti utenti del web, diventando la pagina più visitata di WordPress in Italia.

Ambiziosi Progetti futuri

Dopo Milano, i due ragazzi stanno pensando di tracciare dei quadrati semiotici anche per le altre città italiane. Infatti, Diletta afferma “Abbiamo già in cantiere i quadranti delle prossime città, racconteremo la movida di altri grandi capoluoghi italiani e affronteremo temi di politica e attualità”. Questo è quello che i due ragazzi hanno progettato per il loro blog e quello che li distinguerà sarà l’uso rigoroso di foglietti “volanti” e pezzi di carta. Milano è stato solo l’inizio..

Rispondi