La nuova Città della Scienza

0 91

Bagnoli non sarà più orfana, dato che riavrà la sua spiaggia e la sua nuova Città della Scienza che sarà ricostruita 10 metri più indietro rispetto a quella precedente. Quello della nuova Città della Scienza sarà un progetto nuovo e rivoluzionario, nel quale è compreso la costruzione di una terrazza, un camminamento ma soprattutto una piazza da cui si potrà accedere direttamente sulla spiaggia.

Citta-della-Scienza-La-ricostruiremo_h_partbIl museo interattivo scientifico è andato distrutto in un incendio doloso appiccato la sera del 4 Marzo 2013. La città della Scienza era un luogo dove si imparava la scienza attraverso il gioco, che non era mai banale ma sempre costruttivo, un luogo che aveva reso famosa Bagnoli anche fuori dai confini italiani, un luogo dove ai bambini veniva spiegato che a tutto c’è una risposta e che la magia appartiene alle fiabe e un luogo dove anche i grandi rimanevano spesso a bocca aperta. Le esposizioni più importanti della Città della Scienza erano la Palestra della scienza, che aveva come tema dominante la fisica classica, il Planetario, nel quale si poteva ammirare la meraviglia e la sconfinatezza dello spazio, l’Officina dei piccoli, dove i bambini attraverso il gioco imparavano molte cose interessanti, e le Mostre Temporanee.

Come abbiamo detto in precedenza, la nuova Città della Scienza sarà costruita dieci metri più indietro rispetto alla precedenza, in modo da ricavare una spiaggia e un’area pubblica sul mare.  Il prossimo momento di riflessione targato “Futuro remoto”, si terrà proprio sul lato mare, ovvero l’area che è andata distrutta nell’incendio appiccato da chi riteneva che la scienza non fosse poi così importante nella vita. La prossima edizione di Futuro remoto, non a caso, sarà dedicato al Cervello, la parte del corpo umano in cui risiedono tutti i circuiti e la sala comando di tutte le nostre azioni e movimenti.

Le iniziative della nuova Città della Scienza continuano, e infatti il 27 Settembre 2013 si terrà la “Notte dei ricercatori”, un evento che coinvolgerà tantissime istituzioni europee, nato allo scopo di diffondere, promulgare la cultura scientifica. Dal 9 al 13 ottobre 2013 si terrà una manifestazione intitolata la 3 Giorni per la scuola ed infine il 15 e il 16 Novembre 2013 si terrà la fase finale del progetto VOICES, ovvero il progetto europeo di confronto dei cittadini su scienza e innovazione.

E’ proprio il caso di dirlo ciò che non uccide fortifica.

Rispondi