Hunger Games, fenomeno incassi in Usa | TRAILER-TRAMA-CAST-MUSICHE

1 105

Hunger Games il Film, fenomeno di incassi in Usa, uscirà nelle nostre Sale, qui in Italia,  il 1 Maggio | Trailer-Trama-Cast-Musiche

Hunger Games  fenomeno di incassi in Usa

Hunger Games

Hunger Games attesissimo film che corona  la versione cinematografica del romanzo, o meglio dei romanzi, come leggeremo in seguito dalle note, uscirà nelle sale italiane il 1 maggio. Hunger Games, il thriller-fantasy tratto dall’omonimo primo romanzo cult della trilogia di Suzanne Collins, 23 milioni di copie vendute, sta riscuotendo negli Usa, un enorme successo e si può anche dire che l’attrice protagonista, la 22enne Jennifer Lawrence sta ,anche lei entrando nella storia-Cult di molti giovani teenager Americani.

La ricetta di Hunger Games, c’è chi dirà, in fondo è semplice: tanta azione, suspance, effetti speciali… ma non è così, soprattutto, quello che  fa la differenza fra un film, con effetti ed azione, ed un film che crea una Storia avvincente, sta proprio nel romanzo da cui è tratto e quindi nella Storia che lo regge, merito della sua autrice: Suzanne Collins

Hunger Games : Il Cast del Film

Un cast  guidato dal regista Gary Ross  con talenti come Donald Sutherland, Stanley Tucci, Elizabeth Banks e Lenny Kravitz. E una protagonista, la 22enne Jennifer Lawrence, Premio Mastroianni a Venezia nel 2008 per The Burning Plane, nomination all’Oscar nel 2011 per Un gelido inverno, già icona per teenager e pronta a prendere, nei loro cuori, il posto di Kristen Stewart, la Bella di Twilight. Un film che promette bene al botteghino: nel primo weekend di uscita negli Usa ha incassato 155 milioni di dollari.

Hunger Games rimane al primo posto negli USA, collezionando incassi da record. Superati abbondantemente i duecento milioni, il film rivelazione del momento continua ad incassare in maniera più che positiva, affermandosi come il principio di una nuova saga fantasy di successo.

 Hunger Games: il FILM la Trama

 Hunger Games, il FILM, è tratto da un romanzo di fantascienza scritto da Suzanne Collins. È stato originariamente pubblicato in versione a copertina rigida il 14 settembre 2008 da Scholastic.[1] È il primo libro della trilogia degli Hunger Games.[2] In questo libro viene introdotto il personaggio della sedicenne Katniss Everdeen, che vive in un mondo post-apocalittico nella terra di Panem, sorto là dove un tempo c’era il Nord America. In questo territorio un potente governo, con sede in una città centrale chiamata Capitol, mantiene saldamente il controllo. Nel libro, gli Hunger Games sono un evento televisivo annuale nel corso del quale il governo di Capitol sceglie un ragazzo e una ragazza da ognuno dei propri distretti per combattere fino alla morte. Gli Hunger Games sono stati creati per dimostrare che nemmeno un bambino può considerarsi al di sopra del potere del governo di Capitol. 

 Hunger Games: La TRAMA del Romanzo

 Hunger Games è ambientato in un’epoca futura non meglio identificata, dopo la distruzione del Nord America, in una nazione nota con il nome di Panem. Panem è formata da una ricca capitale, Capitol, e dodici poveri distretti periferici. In questo, il Distretto 12 è collocato in una regione ricca di carbone, Appalachia, in riferimento alle Appalachian Mountains nel versante orientale degli Stati Uniti e del Canada.[8]

Come punizione per un precedente tentativo di ribellione in contrasto al potere di Capitol, ogni anno un ragazzo e una ragazza di età compresa fra i 12 e i 18 anni vengono prelevati in maniera casuale da ogni distretto e costretti a partecipare agli Hunger Games, un evento televisivo nel corso del quale i partecipanti, o tributi, devono combattere sino alla morte in una vasta arena all’aria aperta, sino a quando solo uno sopravvive. La storia segue le vicende dell’orfana di padre sedicenne Katniss Everdeen, una ragazza proveniente dal Distretto 12, che si offre volontaria quale partecipante alla 74ª edizione dei giochi per salvare la propria sorella minore, Primrose. L’altro partecipante ai giochi proveniente dal Distretto 12 è Peeta Mellark, un giovane che Katniss conosce sin dalla scuola e che una volta ha salvato la vita di Katniss offrendole il proprio pane quando la famiglia di lei stava per morire di stenti.

Katniss e Peeta sono quindi condotti a Capitol, dove incontrano gli altri tributi e sono offerti al pubblico di Capitol. In questo periodo, Peeta rivela in diretta i propri sentimenti d’amore per Katniss. Katniss, tuttavia, crede che questo sia stato pianificato per incrementare il supporto del pubblico, che può essere fondamentale per la sopravvivenza, dal momento in cui al pubblico è concesso di inviare regali ai propri tributi preferiti durante il corso dei giochi. I giochi cominciano con 11 dei 24 tributi uccisi nel primo giorno, nel mentre in cui Katniss dimostra la propria abilità nella caccia e nelle tecniche di sopravvivenza per superare tale prova. Nel corso dei giochi, la morte dei tributi prosegue, ma sia Katniss che Peeta riescono ogni volta a cavarsela.

[ad#Silvio]

Presumibilmente in conseguenza all’immagine offerta da Katniss e Peeta quali amanti, una nuova regola viene annunciata nel corso dei giochi, definendo che due tributi dello stesso Distretto possono vincere in pareggio. In conseguenza a tale proclama, Katniss si pone alla ricerca di Peeta, lo trova ferito e lo soccorre. Agendo come una giovane innamorata, conquista ancora più favore nel pubblico e, conseguentemente, doni da parte dei suoi sponsor. Quando la coppia rimane finalmente sola in gioco, i gestori del gioco decidono però di revocare la nuova regola e cercano di forzarli a un drammatico finale nel corso del quale uno dovrà uccidere l’altro per vincere. Ciò nonostante, i due giovani decidono di tentare il suicidio nella speranza che gli organizzatori possano accettare di avere due vincitori invece di nessuno. Questo espediente ha successo, e sia Katniss che Peeta sono dichiarati vincitori della 74ª edizione degli Hunger Games.

Nonostante sia riuscita a sopravvivere all’arena e sia ora trattata come un eroe in Capitol, Katniss viene avvertita che ora diventerà un bersaglio politico, in conseguenza della sconfitta pubblica inferta alle autorità. Dopo di questo, Peeta si ritrova a dover fronteggiare una spiacevole delusione d’amore, nello scoprire che la loro relazione era stata parzialmente calcolata allo scopo di raccogliere il consenso del pubblico, ragione per la quale Katniss non può che essere incerta dei propri stessi sentimenti.

 Hunger Games: L’Autrice Suzanne Collins  ed il Libro:

La Collins ha dichiarato che l’idea per Hunger Games è stata conseguenza di un momento di zapping televisivo e che il mito greco di Teseo è servito come ispirazione per il libro, e che il servizio di suo padre nella guerra del Vietnam l’ha aiutata a comprendere le emozioni derivanti dalla paura di perdere una persona amata.

Il libro, negli Stati Uniti, è stato rilasciato successivamente in formato a copertina morbida e in audiobook, con la lettura di Carolyn McCormick. Inizialmente previsto con una tiratura di 200.000 copie, è stato per due volte promosso con altre 50.000 copie. Il libro è stato tradotto in 26 diverse lingue e i diritti di pubblicazione del medesimo sono stati venduti in 38 nazioni.

Il libro ha ricevuto il consenso positivo dei principali critici e autori, ma anche pesanti critiche, come quelle di Stephen King[3] . I critici hanno apprezzato l’azione, i personaggi e la violenza, nonostante qualche dubbio sia stato offerto ad alcuni aspetti dell’editing, trovati di possibile distrazione per qualche lettore. Il secondo libro della serie, La ragazza di fuoco, è stato pubblicato in Italia il 2 novembre 2010,[4]. Il terzo ed ultimo libro, Il canto della rivolta, uscito negli Stati Uniti il 24 agosto 2010[5], verrà pubblicato in Italia il 15 maggio 2012.

 Hunger Games: La Colonna Sonora del Film

Hunger Games: a curare questo, Songs from district 12 and beyond, è uno dei più grandi produttori americani degli ultimi 20 anni: T-Bone Burnett. Che ha lavorato con grandi nomi del rock, dai Counting Crows a Natalie Merchant, e ha una certa esperienza nel curare colonne sonore, tipo la bellissima e pluripremiata Fratello dove sei? dei fratelli Cohen.
La collonna sonora di  Hunger Games è stata molto ben curata  da T-Bone Burnett che ha saputo miscelare musica poco teen, e molto Americana, nel senso del genere roots. C’è l’inevitabile nome mainstream, la regina del country pop Taylor Swift (singolo di lancio), ma è assieme ai Civil Wars, freschi vincitori di due Grammy, tra cui quello di miglior album Folk. C’è un nuovo brano degli Arcade Fire: farina del sacco di Régine Chassagne più che di Win Butler: sinceramente non è granché. Ma c’è Neko Case, ci sono i Carolina Chocolate Drops, musica filologicamente ineccepibile, e ci sono i Decemberists, con un bel brano rock, One engine.

 Ci sono i Low Anthem, c’è Glen Hansard dei Frames e di Swell Season, con l’intensa e rock, Take the heartland. C’è Kid Kudi, con un rock hip-hop dark, e sì, ci sono pure i Maroon 5, ma con un brano altrettanto scuro e poco piacione.
Insomma: ecco una colonna sonora come si deve, con un filo conduttore nel suono delle canzoni. Una bella raccolta di canzoni inedite, in cui trovare brani inediti di gruppi già conosciuti e scoprire nuove band.

TRAILER Italiano Hunger Games :

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=uI0KQ4eoLUc [/youtube]

1 Commento
  1. Gloria Hester dice

    Non l’ho letto, ma sono rimasta al fatto che Peeta rimane delusa perchè scopre che la relazione tra lui e Katniss era stata programmata per raccogliere il consenso del pubblico, ragione per la quale Katniss non può che essere incerta dei propri stessi sentimenti.

    MI DIRESTE IL FINALE COMPLETO DI QUESTO LIBRO? PROPRIO LA FINE.

Rispondi