Blog di Beppe Grillo: I numeri delle “Quirinarie” | RIFLESSIONI

1 210

Blog di certificazione  sui dati delle Quirinarie di Beppe Grillo dei 28.518 votanti iscritti  alle votazioni del MoVimento 5 Stelle.

I risultati, voto per voto, candidato per candidato espressi dagli iscritti  alle votazioni del MoVimento 5 Stelle certificati voti valutati dalla società di certificazione internazionale DNV Business Assurance.

Blog sulle Quirinarie turno per turno, voto per voto

Beppe Grillo, nel suo Blog oggi presenta  la reale classifica, voto per voto ottenuta dal movimento 5 stelle per le elezione  del candidato proposto dal MoVimento 5 Stelle come  presidente della Repubblica Italiana.

Beppe Gillo, con questo suo Blog di oggi pare  rimanere “fisso” sulla  protesta in piazza a roma di pochi giorni fa, e  sembra dire che  il MoVimento 5 Stelle non dimentica, non passa oltre, soprattutto ora che,  pare prospettarsi, come  Governo dalle “larghe  intese” una  probabile  nuova candidatura di Giuliano Amato. Anche  se il Pdl  canta felice  per questi possibili risultati, anzi si può dire che  esulti al solo pensiero che  Giorgio Napolitano spingerà, questo grande inciucio, e quindi, probabilmente, candiderà Amato a formare questo, tanto prospettato dal Pdl, Governo delle  larghe intese.

Ma ci sono altre possibilità … quali? Che al governo vada Matteo Renzi, o Gianni Letta, insomma  chi ha “sepolto” Bersani…

Forse, proprio per questo, Beppe Grillo considera che  nessuno abbia veramente preso alla lettera il volere degli elettori del MoVimento 5 Stelle che in ben 28.518, hanno votato alla  presidenza della Repubblica Italiana, ben altri candidati:

Questi i voti nel Blog di Beppe Grillo per le quirinarie tutti certificati, come  detto sopra,dalla società internazionale DNV Business Assurance.

I voti espressi sono stati 28.518, così ripartiti:
– Gabanelli Milena Jole: 5.796
– Strada Luigi detto Gino: 4.938
– Rodota’ Stefano: 4.677
– Zagrebelsky Gustavo: 4.335
– Imposimato Ferdinando: 2.476
– Bonino Emma: 2.200
– Caselli Gian Carlo: 1.761
– Prodi Romano: 1.394
– Fo Dario: 941

[ad#silvio]

Questo Blog sembra proprio dire che , forse, se fosse stato scelto un candidato della “rosa” del MoVimento 5 Selle, molto probabilmente non ci aspetterebbe il mega inciucio  di Giuliano Amato con la “benedizione” del neo eletto Giorgio Napolitano al quale, ben inteso, non va alcuna recriminazione. Quelle, se mai, sono per i partiti che, noncuranti delle  precedenti volontà di un giusto e meritato ritiro di Giorgio Napolitano, platealmente esposte con lettere anche  alla Stampa, qualche  mese fa, non si sono fatti alcuno scrupolo a “ripalleggiargli” la patata bollente…

Per leggere direttamente il Blog di Beppe Grillo: I numeri delle ‘Quirinarie’

1 Commento
  1. Sergio Anzi dice

    Grillo ha poco di cui lamentarsi: secondo me è uno dei principali artefici della situazione.
    Ha preteso di dettare, fin dall’inizio, una linea e ha preteso che gli altri l’accettassero supinamente senza nessun tipo di compromesso. Ha insultato tutti, salvo poi da un giorno all’altro paventare la possibilità remota di un accordo con Bersani (ma forse, eventualmente, chissà) solo nel caso che lui avesse fatto quello che diceva Grillo (votare Rodotà).

    Per carità, spesso Grillo fa delle critiche condivisibili (ma anche altre molto meno condivisibili), ma se come trascinatore è abile, come politico, nel senso di statista, ha dimostrato la sua inadeguatezza.

    Se oggi abbiamo Napolitano presidente e se domani avremo un governo Amato, lo si deve a tutta una serie composita di ragioni, tra le quali, però, è doveroso annoverare l’atteggiamento oltranzista e sterile imposto da Grillo al m5s.

    E il Pdl ringrazia.

Rispondi