“La versione di Vasco” Autobiografia di Vasco Rossi

0 138

La sua autobiografia, che era stata lanciata attraverso le pagine di Facebook, è un  racconto del “Vasco pensiero” a tratti molto prersonale.

Spiccano vari fasi del racconto di una vita vissuta come le sue canzoni.

Ma soprattutto a colpire è il riferimento alla sua adolescenza, al rapporto col padre camionista alle prese con un figlio così diverso da lui. Un figlio sognatore ed irruento, pronto a provare sulle sue spalle  le “esagerazioni” di una vita spericolata, raccontate molto sinceramente.

Interessante anche l’aspetto di Vasco padre e come si racconta nell’esperienza con i suoi figli così diversi tra loro. Quindi un duplice aspetto: quello del figlio che era stato e quello del padre che è ora immerso nel tentativo di capire i propri figli così diversi tra loro.

Toccante quando racconta nei dettagli le origini della sua depressione, del suo malessere esistenziale, esploso dopo la morte di Massimo Riva e Maro Giusti, entrambi amici di infanzia e stroncati dalla droga. Non manca però anche una “super dose” di egocentrismo nel finale del libro, quando Vasco torna a definirsi la sola, vera rockstar, italiana, “il resto è bagarre, o no?”.

Comunque un libro interessante per la sua sincerità e lealtà nel raccontarsi con tutti i difetti e pregi che un essere umano possa avere.

Rispondi