Si è conclusa la sfida tra Cagliari e Juventus, ecco la sintesi. Vince la Juventus in rimonta per 3-1. I bianconeri al sicuro a +7.

Parte bene il Cagliari che con i suoi attaccanti non concede il tempo a Pirlo di impostare la manovra. Ma al 15′ del primo tempo cambia il match: Damato fischia un calcio di rigore per il Cagliari su fallo di Vidal e Pinilla infila Buffon. 1-0 Cagliari. 

Due minuti più tardi ci prova la Juve con Asamoah a pareggiare ma Quagliarella non raccoglie l’invito del compagno.

Al 39′ i bianconeri reclamano un rigore su Quagliarella per un fallo sospetto di Astori ma il direttore di gara non è dello stesso avviso. Finisce il primo tempo al Tardini con il Cagliari in vantaggio, fin’ora però la Juventus non ha dimostrato di cercare il pareggio.

Al 16′ Conte fa entrare Matri per Quagliarella, si rivelerà un cambio fondamentale.

Al 19′ Bonucci colpisce il palo sulla ribattuta Agazzi fa un miracolo su Matri, palla ad Asamoah che cerca ma non trova la via del gol, i bianconeri però si lamentano per una trattenuta sul ganese.

Al 20′ viene espulso il capitano del Cagliari Astori per doppia ammonizione. Espulso anche Pulga.

Il Cagliari sembra in affanno e il pareggio della Juve è nell’aria. Al 26′ rigore per la Juve, sul dischetto ci va Vidal che però calcia alle stelle. Occasione buttata al vento.

Al 30′ però ci pensa Matri a pareggiare i conti. Tiro di Vucinic respinto dal portiere, sul pallone si avventa il numero 32 che conclude a rete.

Al 44′ ancora un miracolo di Agazzi. Asamoah si ritrova da solo nell’area piccola e solo un grande Agazzi con l’aiuto del palo salva il risultato.

Ancora Matri al 47′ castiga il Cagliari. Rimonta Juve: 2-1. Adesso la Juve fa possesso palla e il Cagliari con l’uomo in meno non sembra farcela più e infatti c’è tempo anche per il terzo gol. Questa volta a segno ci va Vucinic al 50′. Finisce qui, 3-1. 

Grande rimonta della Juventus che è vero che ci prova in tutti i modi ma trova i gol in maniera molto fortunosa. I campioni d’inverno si mantengono almeno a +7 aspettando le partite di domani.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.