Calciomercato: 600 milioni spesi in SERIE A

0 124

La sessione di calciomercato estiva della serie A si è conclusa alle ore 23:00 di ieri sera, e ragionandoci un po sopra ci rendiamo conto che si tratta della sessione più ricca degli ultimi anni, ultimi anni in cui eravamo abituati a vedere Top club acquistare giocatori a parametro zero, svincolati, a fine carriera oppure scarti di altri campionati fatti passare per top Player nel nostro campionato.

Come abbiamo visto nel corso di questa prime due giornate, anche le cosiddette “squadre provinciali”, si sono rinforzate tanto e bene, un binomio essenziale se si vogliono gettare le basi per una grande stagione oppure per portare avanti un progetto che ha come obiettivo la qualificazione in Champions oppure lo scudetto.

Quindi possiamo affermare con certezza che la serie A è tornata ai grandi fasti e sta di nuovo accrescendo il proprio Appeal. In questa sessione di calcio mercato sono stati spesi, complessivamente, 608 milioni di euro, battendo campionati come quello tedesco dove la spesa è stata di 44o milioni, la Liga spagnola con 570 milioni e il campionato francese con 215 milioni per non parlare di campionati come quello olandese, portoghese, russo e altri di minore importanza.

La regina del mercato, però, è stata la Premier League, campionato da cui sono arrivati giocatori come Cuadrado, Jovetic, Dzeko, che ha fatto registrare una spesa superiore ad un miliardo ed è il Manchester City ad aggiudicarsi l’acquisto più costoso di questa parentesi con i 74 milioni di euro spesi per De Bruyne dal Wolfsburg.

Per approfondire il discorso sul nostro campionato, l’acquisto più costoso è stato fatto registrare dalla Juventus che ha acquistato l’argentino Paulo Dybala dal Palermo di Zamparini per 37 milioni di euro, seguito dall’Inter che ha acquistato Kondogbia dal Monaco per una cifra di 30 milioni più bonus. Le big, a differenza dell’anno scorso, ha speso molti più soldi, più  del doppio per intenderci.

La Juventus, che nel corso della passata stagione ha incassato quasi 100 milioni ne ha spesi 120, mentre l’Inter di Mancini con i suoi 10 acquisti ha superato il muro dei 100 milioni conquistando il secondo gradino del podio mentre l’altra milanese ha conquistato il terzo posto spendendo 90 milioni. Quindi, possiamo dire che la serie A sta tornando ai livelli di una volta.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.