Cory Monteith: morto a 31 anni la star di Glee

0 81

E’ stato trovato morto presso l’hotel dove alloggiava a Vancouver,  Cory Monteith, il Finn Hudson della serie televisiva Glee. Aveva 31 anni.

Nuovo lutto nel mondo del cinema. A lasciarci e’ Cory Monteith, il Finn Hudson di Glee, all’eta’ di 31 anni.

Il corpo dell’attore canadese e’ stato trovato nella sua camera al ventunesimo piano del Fairmont Pacific Rim Hotel di Vancouver.

Le autorita’ stanno indagando sulle dinamiche del decesso. Secondo gli investigatori Cory era da solo al momento della morte di cui non si conoscono ancora le cause.

Sono noti a tutti pero’ i suoi problemi legati all’abuso di droghe ed alcool.

Solo pochi mesi fa’, ad Aprile, il ragazzo era entrato volontariamente  in un programma di riabilitazione per abuso di sostanze, ma era dalla giovane eta’ di 19 anni che Cory provava ad uscire dal tunnel della dipendenza.

In una recente intervista al settimanale Parade, Cory aveva parlato del suo problema di dipendenza e aveva confessato i suoi trascorsi con alcool e droga. Il giovane attore aveva inoltre confessato di aver iniziato a fumare droghe leggere a 13 anni per poi passare a cose piu’ “impegnative” all’eta’ di 16 anni.

«Sono fortunato per tante cose, sono fortunato di essere ancora vivo»

[ad#carbones]

Queste le parole rilasciate dal giovane attore canadese forte del sostegno della sua fidanzata Lea Michele.

Conosciutisi durante le riprese di «Glee», i due avevano da tempo intrapreso una relazione sentimentale e l’attrice 26enne aveva cercato di aiutarlo e sembrava che le cose stessero migliorando, prima della tragedia improvvisa.

La polizia ha fatto sapere che Monteith è rientrato in albergo da solo la notte di sabato e che era solo al momento della morte. L’autopsia è fissata per lunedì.

Intanto sulla pagina facebook di Glee i produttori esecutivi dello show e Fox si sono detti  “profondamente addolorati per questa tragica notizia”, “Cory era un talento eccezionale e ancor più una persona eccezionale”.

E ancora: “Era una vera gioia lavorare con lui  e mancherà a tutti noi enormemente. I nostri pensieri e preghiere sono con la sua famiglia e i suoi cari”.

E grande sgomento arriva dal web dove il trend #ripcorymonteith in queste ore è l’argomento più discusso su twitter a livello mondiale.

Presa d’assalto anche la pagina facebook del Giffoni Film Festival, in vista dell’arrivo di Naya Rivera: in pochi minuti centinaia di messaggi sono giunti da ragazzi di tutto il mondo per unirsi al dolore per la scomparsa di Cory Monteith.

Uniamoci anche noi al cordoglio per la morte di un giovane talento qual’era Cory Monteith.

#ripcorymonteith

Rispondi