Riciclo, TUTTO DA RIFARE al Festival del Riuso e del Riciclo Creativo

0 126

Weekend da riciclo a Venezia, il 25 e 26 maggio, presso PLIP Centrale dell’Altraeconomia, via San Donà 195/B Mestre Venezia. Mostra mercato di designer e artisti. Non solo.

riciclo

Anche EDITORIA CASALINGA,  “espressione liberata, manualità gioiosa, autoproduzione sostenibile… “ dove il  “libello creativo” è una “gioiosa provocazione pirata, all’ arrembaggio dell’oggetto libro..” . E il libro è autoprodotto con manipolazioni cartacee, schizzi, strappi, inseriti in ogni esemplare.

Riciclo : Tutto da Rifare

Diversi sono i laboratori cui si può partecipare. Sabato 25, l’ ORTO IN BALCONE. Per imparare anche come principianti, a coltivare un orto divertendosi. Seguendo il ritmo delle stagioni si entra nei virtuosi cicli della terra, dove vince la generosità. Riutilizzare stoffe nel laboratorio di CUCITO CREATIVO.  Per realizzare accessori a partire dalle “pezze” che avremmo buttato. Un’opportunità di applicare la creatività alla realizzazione di oggetti in tessuto. COMPLEMENTI D’ARREDO DI DESIGN E RICICLO, in questo laboratorio si darà nuova vita ad oggetti dismessi, trasformandoli in complementi d’arredo. Massima attenzione a design e funzionalità. Imparare il COMPOSTAGGIO, non fa solo bene all’ ambiente ma anche al nostro orto. E’ lì che si va a utilizzare il rifiuto organico, come concime per piante e fiori.

Domenica 26, chiude il Festival del Riuso e del Riciclo Creativo un concerto. Tappa finale di un percorso di attenzione agli oggetti che normalmente troviamo inservibili, come bottiglie, scatole e bidoni. Nelle mani di bambini e bambine del corso questi diventano strumenti musicali. L’iniziativa è promossa dall’ Associazione Baobab e la cooperativa Sesterzo. La prima edizione di RICICLO CON RITMO ha visto coinvolti bambini e bambine delle quarte e quinte elementari  della scuola “L. Radice” di Mestre.  Infine da non mancare il GRAN BARATTO. Scambio di oggetti quali vestiti, oggetti, libri e tutto ciò che riguarda viaggi e vacanze, purchè integri. Ben accetti anche alimenti autoprodotti, piantine e semi.

Rispondi