I 2 marò Italiani dal giudice. Corteo anti-Italia | VIDEO FERMO e CORTEO

0 91

I 2 marò Italiani dal giudice. A Kollam corteo anti-Italia | Video del Fermo e Corteo

A seguito dell’accaduto dei giorni scorsi in acque extra territoriali Indiane, La magistratura Indiana di Kollam, ha disposto tre giorni di fermo per i due marò implicati nella morte di due pescatori indiani.

La delegazione italiana a New Delhi per trattare la vicenda della nave Enrica Leixe:

“sta esplorando tutte le strade per pervenire ad una positiva conclusione della vicenda, che al momento però presenta non poche difficoltà “.

“A nessuno Stato fa piacere rinunciare alla propria giurisdizione e la vicenda è complicata dal fatto che la nave italiana ormai si trova in acque indiane”.

Fin da subito la vicenda è stata complicata, sottolinea la fonte vicina alla delegazione, da una pressione mediatica molto forte che rende necessaria “grande cautela” da parte dell’Italia. La manifestazione di oggi anti-Italia a Kollam, si fa notare, ne è un esempio. “Tutto ciò non rende semplice anche per lo stato indiano prendere decisioni in merito”.

Un gruppo di un centinaio di persone appartenenti “a tutti i partiti” del Kerala hanno inscenato oggi una rumorosa manifestazione anti-italiana davanti alla casa del magistrato davanti a cui devono essere presentati i due marò Italiani.

[ad#Silvio]

I manifestanti hanno gridato slogan anti-italiani, come “Italiani, mascalzoni! Dateci i colpevoli!”, al momento dell’arrivo della carovana con i due marò e i responsabili italiani che li accompagnano. Alcuni osservatori locali hanno tuttavia notato che non vi sono in piazza pescatori, ma solo militanti di partiti politici organizzati. Comunque, di fronte alla veemenza della protesta, ha constatato l’ANSA, gli agenti sono intervenuti decisamente allontanando i dimostranti che si sono spostati di qualche centinaio di metri, continuando la loro protesta.

A questo punto la situazione tra Italia ed India è complicata  e si teme, visto che le informazioni rilevate dalla polizia Indiana discordano di parecchie cosa da quelle dei due ufficiali Italiani, che l’arresto dei nostri due connazionali sia stato reso così duro ed intransigente al fine di utilizzare lo stesso arresto come un “capro espiatorio” per placare l’ira dei pescatori e l’opinione pubblica locale. Troppe cose non collimano, addirittura in Italia, dalle informazioni rilevate e diffuse dalla polizia indiana, si pensa che i pescatori uccisi siano stati in realtà uccisi prima, da chi non si sa, e si sia voluto far risultare i nostri connazionali artefici della loro uccisione. Rammento che i pescatori uccisi, forse non erano degli “stinchi di santi” infatti sono stati visti, dai nostri connazionali sulla nave, come dei veri e propri pirati.

Comunque una vera e propria matassa da sbrigare per i nostri Servizi diplomatici.

Il fermo dei maro’ (VIDEO)

Manifestazioni anti-Italia a Kollam

(Video/ANSA)

Rispondi