Grammy, trionfo di Adele e ricordo per Witney Houston con una toccante preghiera

La scaletta della cerimonia di premiazione dei Grammy’s, dopo la scomparsa di Whitney Houston, ovviamente si è aperta in modo diverso da quello che era stato deciso solo qualche giorno fa. Ha inaugurato la serata si premiazioni Bruce Springsteen & the E Street Band, con il singolo “We taka care of our own”.

E’ seguita una toccante e semplice preghiera per Whitney Houston, seguita con partecipazione da tutta la platea riunita allo Staples Center, poi le note e il video di “I will always love you”, il più grande successo della cantante nemmeno cinquantenne trovata morta venerdi’ in una stanza d’albergo di Beverly Hills.

[ad#Silvio]

La cerimonia di premiazione  ha visto il trionfo di Adele, vincitrice di sei Grammy’s, tra cui quelli di canzone, singolo e album dell’anno, con “Rolling in the Deep”, contenuta nell’album “21”.

Adele, nel suo discorso di premiazione ha ringraziato i medici che l’hanno operata alle corde vocali, in seguito a un problema medico, mettendola in condizione di cantare nuovamente.

Grammy a ripetizione, cinque, anche per i Foo Fighters, che con la loro hit ‘Walk’ hanno sbancato le categorie rock. David Grohl della band ha sottolineato nel suo discorso che:

“Questo e’ un album che abbiamo realizzato nel mio garage e sottolinea il valore dell’elemento umano nella musica”.

Ennesimo momento toccante, per questa edizione listata a lutto dei Grammy’s, che ha visto anche i genitori di Amy Winehouse, morta lo scorso anno per eccesso di alcool, ritirare il premio per la migliore duo pop (Amy e Tony Bennet) per Body and Soul: “Whitney Houston, Amy Whinehouse ed Etta James vivono ancora e lassu’ ora c’e’ una bellissima band di ragazze”.

 

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.