Ghana, milioni di condom cinesi difettosi per la campagna anti-Aids!

0 63

Ghana, il governo di Accra si è accorto di aver distribuito milioni di condom difettosi per la lotta all’Aids.Alto rischio diffusione Aids!

Notizia che  ha veramente dell’inverosimile visto che, invece di aiutare, questi condom difettosi stanno diventando un vero problema , invece di bloccare la diffusione  del virus responsabile dell’Aids (HIV/AIDS), stanno rischiando di diffondere ulteriormente la  terribile  malattia che  distrugge il sistema  immunitario.

Ghana, milioni di preservativi prodotti in Cina  lesionati distribuiti gratuitamente contro l’aids stanno infettando un numero maggiore di persone

Il Governo di Accra nel Ghana ha scoperto che  i condom destinati alla lotta contro l’Aids forniti gratuitamente presentavano delle lesioni che  con l’utilizzo del condom rischiano di provocare la rottura del condom con la conseguente mancanza di protezione, diffondendo così la diffusione  del virus. Ora il problema  nel Ghana è piuttosto grave visto che  ad una  prima vista, i condom sembrano perfetti poiché le lesioni che  si amplificherebbero durante l’utilizzo, non risultano visibili ad occhio nudo.

Il responsabile del Governo del Ghana, Thomas Amedzro, ha spiegato che, ora, il problema maggiore è raggiungere tutta la popolazione  che  abbia usufruito di questa donazione  completamente gratuita per la campagna anti-Aids per poter ritirare i condom prodotti in Cina.

[ad#silvio]

E’ in corso quindi una  “lotta contro il tempo” per cercare di ritirare tutti i condom cinesi, e, fatto scabroso, si teme, anche,  che  la distribuzione  di questa merce avariata possa, addirittura non essere stata poi tanto involontaria visto che , per problemi minori, spesso le  industrie Farmaceutiche  mondiali, nella storia, hanno realmente utilizzato le donazioni ai Governi per poter “smaltire” grandi quantitativi di prodotti che, altrimenti, avrebbero dovuto buttare.

Quando si dice che, negli affari,  il fine non ha onestà, non so se si sbaglia ad affermarlo visto che,  anche  per altri prodotti ed in altre nazioni oltre il Ghana tutte con problemi di fabbisogno immediato, gli scandali non sono mancati…

Rispondi