Scontri in Brasile: Rischio annullamento per la Confederation Cup?

0 101

 Scontri in Brasile: è di poche ore fa la dichiarazione ufficiale da parte della FIFA, che tramite le parole di Gerome Valcke, ha specificato: “abbiamo totale fiducia nelle autorità brasiliane, e non abbiamo mai preso in considerazione l’annullamento della Confederation Cup“. La replica arriva in risposta ad un post pubblicato sul portale web del quotidiano brasiliano Estado De San Paulo. L’articolo riportava l’ipotesi che la competizione potesse essere sospesa a causa delle manifestazioni. Intanto la stessa FIFA chiede garanzie di sicurezza al governo brasiliano.

Scontri in Brasile: Rischio annullamento per la Confederation Cup?

San Paolo: la protesta, che va avanti ormai da due settimane non accenna a placarsi, e ieri sera 2 uomini sono morti per le strade di San Paolo. Un netturbino di Belem, morto soffocato dai gas lacrimogeni, e un ragazzo di 20 anni, investito da un automobilista che trovatosi accerchiato dalla folla di manifestanti all’interno della sua auto si è fatto prendere dal panico. Nel tentativo di fuga, l’uomo ha investito un gruppo di persone, tra le quali si trovava anche il ragazzo poi deceduto.

Confederation Cup: la doppia posizione della FIFA

La FIFA, da una parte rassicura che la Confederation Cup non verrà sospesa, dall’altra usa la minaccia di sospensione per sollecitare il governo brasiliano a garantire sicurezza per gli atleti e i team che partecipano alla competizione.

Il vicepresidente della FIGC ed ex calciatore di Milan e Barcellona Demetrio Albertini smentisce le voci che vedrebbero la Nazionale Italiana valutare la possibilità di un ritiro dalla coppa: [ad#fmichele]

non abbiamo mai preso in considerazione l’ipotesi di ritirarci dalla Confederation Cup” e aggiunge

siamo dispiaciuti per quello che sta accadendo qui in Brasile, ma la nostra sicurezza è garantita con grande professionalità, e noi siamo tranquilli

https://www.youtube.com/watch?v=kBFE-D2QEhA

Intanto nelle piazze brasiliane, proprio mentre sto scrivendo, si stima che 500 mila cittadini brasiliani si siano radunati per protestare contro gli sprechi del governo (alcune fonti riportano fino a 2 milioni di persone), mettendo a rischio anche la visita di Papa Francesco, prevista per la fine di luglio in occasione della giornata mondiale della gioventù.

Domani sera, alle 21:00 (ora italiana) scenderanno in campo Italia e Brasile, per l’ultima sfida di girone. Tutte e due le squadre sono già qualificate per le sfide ad eliminazione diretta, e si giocherà per aggiudicarsi la prima posizione. Ma siamo così sicuri che la partita si giocherà?

Tutte le info sulla coppa QUI.

Rispondi