World War Z – Trailer ed analisi del nuovo film di Brad Pitt

0 72

World War Z fra meno di un mese (il 27 giugno) farà la sua comparsa sul grande schermo, con zombie che corrono come Bolt!

Ed eccoci a parlare di World War Z, chiunque penserebbe subito che è l’ennesimo zombie-movie, ma in realtà ci troviamo davanti ad un analisi totalmente diversa del genere. Cominciamo dicendo che World War Z è tratto dal libro di Max Brooks, che prima di cimentarsi nel libro analogo, ne scrisse uno precedentemente di nome “Manuale per sopravvivere agli zombi“, che era uno strano testo in cui l’autore cercava di consigliare tutti i lettori su come sopravvivere ad una apocalisse di non morti. Subito dopo si concentrò sullo scrivere il suo prossimo libro che era proprio World War Z, ed intraprese un percorso formativo dove fece una serie di ricerche legate a quali conseguenze avrebbe avuto la società in più parti del mondo in caso di un invasione di zombi, e quali azioni militari sarebbero state intraprese o come l’umanità avrebbe cercato il modo di preservarsi e preservare le varie opere create. Quello che ne venne fuori fu un libro che non ricalcava la solita storia di mangiatori di cervelli senza trama, ma invece il risultato fu una piacevole sensazione nel leggere l’accuratezza nel descrivere ogni possibile scenario che avrebbe potuto affrontare l’umanità.

Da tutto questo è stato tratto il film che vedremo nelle nostre sale il 27 giugno che avrà come protagonista Brad Pitt, e che potremo vedere in 3D, IMAX3D, e 2D (qualcos’altro?). La produzione di questa pellicola ha avuto non pochi problemi, arrivando a far ipotizzare a molti fan una possibile cancellazione. Questi intoppi potrebbero far pensare ad un prodotto scadente, ma sembra che poco meno di un mese fa una serie di critici abbia avuto la fortuna di vedere 45 minuti del film, affermando che è sembrato davvero ben curato, e fedele al libro. Questo fa ben sperare che non sia la solita americanata, e che sia un buon zombie-movie che si prefigge l’obbiettivo di far passare una critica sociale come dovrebbero fare tutti i film di questo genere. Sotto alle immagini vi proponiamo anche l’ultimo trailer uscito, buona visione.

Rispondi