Epic | RECENSIONE, RIFLESSIONI, TRAMA, TRAILER

0 124

Epic, un film Fantasy d’animazione che  ci spinge a non sottovalutare il mondo degli insetti e della Natura. Recensione e riflessioni

Epic, una storia d’animazione per ridare valore alla natura, al bosco ed ai suoi piccoli abitanti

Epic, davvero simpatico questo film d’animazione  che, in realtà, non ci racconta nulla di nuovo se  non  il continuo equilibrio, in natura delle piccole  formi viventi. Con accenni fiabeschi,  vedi il ruolo della  principessa del bosco, capace di creare il fiorire delle piante ed il verdeggiare della  natura sempre in continua lotta col “male”, ecco riapparire l’equilibrio fra le  forme “distruttive” e quelle “costruttive” che  creano il benessere od il malessere di un bosco.

In pratica, Epic prende lo spunto per narrare l’eterna “battaglia” fra il bene ed il male”. I piccoli insetti, abitanti di quel sottobosco che,  spesso, noi umani (definiti da loro, piccoli abitanti, “Calpestatori”) quasi ignoriamo.

In Epic c’è anche il rapporto  familiare, tra un padre, scienziato svampito sempre perso nelle sue teorie, e sua figlia che, tornata a vivere col padre che  non vedeva da quando, pre adolescente, era andata via a vivere con la  madre, scopre che le teorie tanto fantasiose del padre di una civiltà di piccoli esseri abitanti il bosco (i protettori della foresta) è fondata. Mary (la cui voce è quella di Maria Grazia Cucinotta) per sua, sventura o avventura, vedetela come  volete, si trova, suo malgrado, a farne parte, anzi, si trova a dover custodire il bocciolo di una  nuova regina. L’animazione  di Epic è molto ben riuscita e riesce a non essere mai scontata. anzi, nella trama di Epic, resa ancor più avvincente per via del “fiorire” di questo rapporto interpersonale, ma  dovrei forse dire fra essere umano ed “insetto” volutamente umanizzato nell’animazione, si tessono tutti i rapporti interpersonali tra padre e figlio, e la nascita di un sentimento tra Mary ed il figlio (adottivo) del capitano, e massima figura di fiducia, dopo la sventurata sorte della regina…

Epic è un film che  consiglio di far vedere ai giovani in un’età compresa tra gli 8 ed i 12 anni proprio perché, per i temi di cui Epic tratta, può essere anche  un buon insegnamento al rispetto della natura e, delle sue biodiversità oltre, ovviamente, alla ricerca delle verità oltre alle apparenze, anche  e queste possono sembrare del tutto infondate. Un film che  ci insegna a ritrovare la fiducia che  sembrava persa, fiducia che Mary ritrova verso suo padre che  aveva  sempre pensato essere un fantasioso, più che  reale, studioso della  Natura. Un film Epic coinvolgente e comunque, per come  è realizzato, adatto anche al grande pubblico.

[ad#silvio]

Epic TRAMA:

Il padre di Mary Katherine è ossessionato dalla ricerca di microscopici esseri umani. Mary Katherine capirà sulla sua pelle che il papà non delira, quando sarà miniaturizzata e catapultata nel mondo infinitesimale dei piccoli abitanti del bosco, n cui, lontano dai nostri occhi, ha luogo una feroce battaglia fra il bene e il male. 

USCITA CINEMA: 23/05/2013

GENERE: Animazione, Fantasy, Avventura

REGIA: Chris Wedge

SCENEGGIATURA: Tom J. Astle, Matt Ember, James V. Hart, William Joyce

ATTORI:

Maria Grazia CucinottaLilloGreg, Francesco Di Giacomo, Christoph Waltz, Steven Tyler, Amanda Seyfried, Jason Sudeikis, Colin Farrell, Aziz Ansari, Beyoncé Knowles, Josh Hutcherson, Judah Friedlander

Ruoli ed Interpreti 

FOTOGRAFIA: Renato Falcão

MONTAGGIO: Andy Keir, Tim Nordquist

MUSICHE: Danny Elfman

PRODUZIONE: Blue Sky Studios, Twentieth Century Fox Animation

DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox

PAESE: USA 2013

DURATA: 102 Min

FORMATO: Colore 3D

Rispondi