Tv - Cinema
Film e argomenti riguardo la televisione e cinema. Film, anteprime ed esclusive.

0 104

Sono appena stati annunciati (alle 14.30 ora italiana) i nomi dei fortunati che concorreranno per la statuetta più ambita e preziosa del cinema. Come ogni anno io ho fatto il mio Toto Oscar e le ho azzeccate tutte, quindi personalmente sono contenta delle scelte fatte (mica come l’anno scorso. Leonardo Di Caprio, i’m with you). Quindi ecco tutte le nomination per gli Oscar 2015, in diretta il 22 febbraio e presentati da Neil Patrick Harris!

I nominati al Miglior Film sono:
American Sniper
Birdman
Boyhood
Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Selma
La Teoria del Tutto
Whiplash

Sono tutti uno più bello dell’altro, ma io sinceramente spero vinca La Teoria del Tutto.
Sarà che è l’unico ad essermi entrato nel cuore tra tutti questi. Ma chi vince vince, mi va benissimo tutto!

Miglior Regia:
Alejandro G. Inarritu – Birdman
Richard Linklater – Boyhood
Bennett Miller – Foxcatcher
Wes Anderson – Grand Budapest Hotel
Morten Tyldum – The Imitation Game

Come ho accennato nella recensione de La Teoria del Tutto, non mi aspettavo quel film in gara e infatti ho azzeccato. Spero vinca Boyhood.

Miglior Attore Protagonista:
Steve Carell – Foxcatcher
Bradley Cooper – American Sniper
Benedict Cumberbatch – The Imitation Game
Michael Keaton – Birdman
Eddie Redmayne – La Teoria del Tutto

Eddie Redmayne, non si discute.

Miglior Attrice Protagonista:
Marion Cotillard – Two Days, One Night
Felicity Jones – La Teoria del Tutto
Julianne Moore – Still Alice
Rosamude Pike – Gone Girl
Reese Witherspoon – Wild

Marion Cotillard, non discutiamo nemmeno qui.
Che poi, dov’è Amy Adams?

Miglior Attore Non Protagonista:
Robert Duvall – The Judge
Ethan Hawke – Boyhood
Edward Norton – Birdman
Mark Ruffalo – Foxcatcher
J. K. Simmons – Whiplash

Norton! Norton! Norton!
Sono di parte? No, dai, piangerei anche con Ruffalo. Son tutti attori straordinari quindi anche qui, per me, chi vince vince. J. K. Simmons li ha appena battuti tutti ai Golden Globe, tra l’altro!

Miglior Attrice Non Protagonista:
Patricia Arquette – Boyhood
Laura Dern – Wild
Keira Knightley – The Imitation Game
Emma Stone – Birdman
Meryl Streep – Into The Woods

Si sa, Meryl Streep è una garanzia, ma quest’anno ha una bellissima concorrenza!
Spero in Emma Stone o in Keira Knightley!

Miglior Film in Lingua Straniera:
Ida (Polonia)
Leviathan (Russia)
Tangerines (Estonia)
Timbuktu (Mauritania)
Storie Pazzesche (Argentina)

Grande assente l’Italia, ma ormai la carta “La Mafia Uccide Solo D’Estate” ce la siamo giocata.
Meglio così.

Miglior sceneggiatura originale:
Birdman
Boyhood
Foxcatcher
Grand Budapest Hotel
Lo sciacallo

Se non è zuppa, è pan bagnato: se non è La Teoria del Tutto, è Boyhood.

Miglior sceneggiatura Non Originale:
American Sniper
The Imitation Game
Vizio di Forma
La Teoria del Tutto
Whiplash

Indovinate?

Miglior Film d’Animazione:
Big Hero 6
The Boxtrolls
Dragon Trainer 2
Song Of The Sea
The Tale of Princess Kaguya

Effettivamente l’ultimo film non l’ho mai sentito, non saprei proprio.
Mi tengo il dubbio e per ora dico Dragon Trainer 2, che si è anche portato a casa il Golden Globe!

Miglior Colonna Sonora Originale:
The Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Interstellar
Mr. Turner
La Teoria del Tutto

Per me deve vincere ogni cosa La Teoria del Tutto, poi fate voi.

Miglior Canzone Originale:
Everything is Awesome – The Lego Movie
Glory – Selma
Grateful – Beyond The Lights
I’m Not Gonna Miss You – Glen Campbell… I’ll Be Mine
Lost Stars – Begin Again

Assolutamente sì. Spero vinca Lost Stars, uno dei pezzi più belli mai scritti per un film sicuramente tra i migliori dell’ultimo anno. Glory ha appena visto John Legend portarsi a casa il Golden Globe, quindi anche lui è un super favorito!

Miglior Scenografia:
Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Into The Woods
Mr. Turner

Vabè dai, Into The Woods a sto giro.

Miglior Sonoro:
American Sniper
Birdman
Interstellar
Unbroken
Whiplash

Miglior Montaggio Sonoro:
American Sniper
Birdman
Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate
Interstellar
Unbroken

Miglior Effetti Visivi:
Captain America: The Winter Soldier
Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie
Guardiani della Galassia
Interstellar
X-Men: Days Of The Future Past

Penso che come odio io tutte le trasposizioni del Pianeta delle Scimmie, nessuno.
Però sapevo sarebbe finito tra i candidati. Personalmente? Spero nei Guardiani della Galassia!

Miglior Documentario:
Citizenfour
Finding Vivian Maier
Last Days In Vietnam
The Salt of The Heart
Virunga

Miglior Documentario (Cortometraggio):
Crisis Hotline: Veterans Press 1
Joanna
Our Curse
The Reaper (La Parka)
White Heart

Miglior Cortometraggio:
Aya
Boogaloo and Graham
Butter Lamp
Parvaneh
The Phone Call

Miglior Cortometraggio d’Animazione:
The Bigger Picture
The Dam Keeper
Feast
Me and My Moulton
A Single Life

Miglior Fotografia:
Birdman
Grand Budapest Hotel
Ida
Mr. Turner
Unbroken

Miglior Costume:
Grand Budapest Hotel
Vizio di Forma
Into The Woods
Maleficent
Mr. Turner

Miglior Montaggio:
American Sniper
Boyhood
The Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Whiplash

Miglior Trucco ed Acconciature:
Foxcatcher
The Grand Budapest Hotel
Guardiani della Galassia

 

Ecco dunque tutti i nominati dei prossimi Oscar!
Grandi assenti, grandi presenti, dov’è Big Eyes.
A parte gli scherzi, sono molto contenta per queste nomination! Sicuramente più dell’anno scorso.
Ovviamente ormai i film si rigirano tra loro, ma almeno quest’anno hanno deciso di “premiare” i più belli ed interessanti, ed anche originali!
Quale sarà il film più premiato? (La Teoria del Tutto)
Ok, la smetto. Va a finire che me la mando da sola!

Fatemi sapere i vostri toto Oscar!

 

 

0 45

Ero scettica, avevo paura, ma mi sono dovuta ricredere.
L’anno è partito con un sacco di biopic una più bella dell’altra, ma prima di soffermarmi sulle altre (sì, lo so, sono in un ritardo pazzesco), voglio soffermarmi su La Teoria del Tutto.

teoria_del_tutto
Avevo paura perché, in ogni caso, raccontare una storia è sempre difficile.
Raccontare la storia di una delle persone più influenti al Mondo, lo è ancora di più.
La teoria del Tutto racconta la storia di Stephen Hawking, ma non solo.
E’ una storia d’amore, di speranza, di vittoria. Non racconta la malattia di una persona, ma il modo in cui la persona l’ha affrontata. Come Stephen Hawking l’ha affrontata. Quando ti dicono che la tua speranza di vita non supererà i due anni, puoi fare solo due cose: arrenderti o andare avanti. La dimostrazione che quel genio sia ancora tra di noi, vuol dire solo che non si è arreso. Non si è arreso perché la prima cosa che ha chiesto in quel momento è stata “il cervello subirà danni?”. Ma questo film inizia a raccontare dal principio, da quando Stephen non è che un giovane laureato con tante idee in testa ed un po’ sgraziato come ragazzino. L’incontro con Jane cambierà molte cose, lo porterà all’amore, al bisogno dell’altra persona, senza dimenticare il suo lavoro, la sua passione. La sua Teoria del Tutto.

Grazie a Jane, grazie al suo amore, Stephen avrà una vita piuttosto normale, fatta di piccoli speciali momenti in cui imparerà a cavarsela anche con le dita atrofizzate. Avrà tre figli, completamente sani, non si abbatterà mai nonostante tutte le complicazioni.

Stephen è interpretato da Eddie Redmayne, che i più informati avranno visto anche nella trasposizione cinematografica de I Miserabili, Elizabeth – The Golden Age e L’Altra Donna Del Re, senza contare la sua partecipazione alla miniserie TV I Pilastri della Terra. Eddie Redmayne è un giovane attore che si è sempre distinto per il suo faccino sempre un po’ cuccioloso (l’ho scritto, sì, e non lo cancellerò), i suoi capelli rossi e quegli occhioni grandi e sul verde/azzurro. Io, sinceramente, non saprei come commentarlo. Vorrei darvi le sensazioni che ho provato io alla fine del film, la pelle d’oca assurda che mi è rimasta per circa tre/quattro ore da dopo la visione. Ha da poco vinto il Golden Globe come miglior Attore per questo ruolo e io spero, spero, spero con tutto il cuore di vederlo arrivare all’Oscar. Eddie Redmayne è favoloso ed è un ruolo così difficile, così complicato, e lui riesce ad interpretarlo in modo magnifico. Che dico, sublime! Che dico, supersublime. E chi più ne ha, più ne metta! La sua Jane è interpretata da Felicity Jones, anche questo ruolo veramente complicato, ma che lei riesce ad interpretare veramente benissimo! (non per nulla anche lei è stata nominata, ma senza vittoria, ai Golden Globe, e credo potrà arrivare anche lei alle nomination degli Oscar!).
Troviamo anche il Professor Dennis William Sciama, un fisico britannico che è stato insegnante e grande amico di Stephen Hawking. Interpretato sempre benissimo da Remus Lupin David Thewlis.

James Marsh è un regista che mi piace.
Ha sempre girato il suo lavoro verso documentari e fatti vissuti realmente, e ha anche vinto un Oscar nel 2009 proprio con un documentario. Mi piace, mi piace. Questo film è diretto molto bene, non tralascia nulla e rende ancor più magica tutta la storia. Spero in un Miglior Film da parte dell’Academy, Miglior Regia non lo so.

La colonna sonora di Johann Johannsson ha vinto anch’essa un Golden Globe, questo fa intendere anche come tutto il film sia stato pensato, girato, diretto ed interpretato in modo fantastico.

Spero potranno ricoprirlo di premi, e che non faccia la fine di Saving Mr Banks.
No, dai, non credo.

Insomma, il 15 Gennaio arriverà anche in Italia e io non ho motivi per cui non dovreste vederlo.
Vi prego, è fenomenale.

0 11

Si è svolta la scorsa notte la 72esima edizione dei Golden Globes, “anticamera” degli Oscar, serata che premia i miglior film e le migliori serie TV andate in onda nell’ultimo anno.

Ecco dunque i vincitori di quest’edizione, in attesa delle nomination ai prossimi Oscar previste per il 15 gennaio! Sono in ordine di categoria, per non fare le cose a caso come mio solito:

Miglior Attrice | Serie TV Drama
Ruth Wilson – The Affair

Miglior Attrice | Serie TV Comedy
Gina Rodriguez – Jane The Virgin

Miglior Attrice Protagonista |Serie TV, Film TV, Miniserie
Maggie Gyllenhaal – The Honorable Woman

Miglior Attrice Non Protagonista | Serie TV, Film TV, Miniserie
Joan Froggat – Downton Abbey

Miglior Attore | Serie TV Drama
Kevin Spacey – House of Cards

Miglior Attore | Serie TV Comedy
Jeffrey Tambor – Transparent

Miglior Attore Protagonista | Serie TV, Film TV, Miniserie
Billy Bob Thornton – Fargo

Miglior Attore Non Protagonista | Serie TV, Film TV, Miniserie
Matt Bomer – The Normal Heart

Miglior Serie TV | Drama
The Affair

Miglior Serie TV | Comedy
Transparent

Miglior Miniserie o Filma TV
Fargo

Miglior Film D’Animazione
Dragon Trainer 2

Miglior Canzone Originale
John Legend & Common – Glory (Selma)

Miglior Colonna Sonora Originale
Johann Johannsson – La Teoria del Tutto

Miglior Sceneggiatura
Birdman

Miglior Film Straniero
Leviathan – Russia

Miglior Regia
Richard Linklater – Boyhood

Miglior Film | Drama
Boyhood

Miglior Attore | Drama
Eddie Redmayne – La Teoria del Tutto

Miglior Attrice | Drama
Julianne Moore – Still Alice

Miglior Film | Commedia o Musical
The Grand Budapest Hotel

Miglior Attore | Film Commedia o Musical
Michael Keaton – Birdman

Miglior Attore Non Protagonista | Film Commedia o Musical
J. K. Simmons – Whiplash

Miglior Attrice | Film Commedia o Musical
Amy Adams – Big Eyes

Miglior Attrice Non Protagonista | Film Commedia o Musical
Patricia Arquette – Boyhood

Ecco quindi tutti i vincitori di questi Golden Globes.
Ovviamente io ho i miei favoriti e quelli che obbiettivamente potevano starsene a casa.
Ho urlato/pianto/buttato a terra qualsiasi cosa dalla felicità quando hanno fatto il nome di Amy Adams come Miglior Attrice per Big Eyes. Speravo anche in Christoph Waltz, ma il nostro Beetlejuice se l’è meritata la sua vittoria. Non sono d’accordo su un po’ di punti, per esempio tutti quei premi dati a Boyhood.
Non fraintendetemi, Boyhood è una genialata dal punto di vista della regia, e quindi quella vittoria l’ho accettata e mi è piaciuta, però in altro potevano evitare. Contentissima per i premi a La Teoria del Tutto, che ho visto in anteprima e di cui vi dovrò parlare a breve (uscirà in Italia il 15 gennaio), e contentissima per Eddie Redmayne che spero di vedere nominato agli Oscar e magari a portarsi anche a casa la statuetta più ambita del cinema. Manco vi sto a dire che non accetto la Miglior Canzone data a John Legend quando avevamo in lizza anche Lorde e Lana Del Rey. Ho accettato la vittoria di Maggie Gyllenhaal solo perché hanno continuato ad inquadrare il suo perfetto, bellissimo, bravissimo, tutto il Mondo fratello Jake.
E vorrei sapere il pazzo che ha dato un Golden Globe alla protagonista di Jane The Virgin.
Detto questo, ho finito di fare la criticona come sempre!
Ci risentiamo per le Nomination agli Oscar!

SOCIAL

11,856FansMi piace
2,309Subscribers+1
946FollowersSegui