Tumori in aumento nelle aree inquinate. E l’inquinamento aumenta…

0 80

Tumori: si chiamano SIN (siti di interesse nazionale) e sono i siti italiani maggiormente inquinati. Là è riscontrato un preoccupante aumento della percentuale dei tumori.

Tumori in aumento nelle aree inquinate

I dati di una ricerca combinata di studioSentieri, condotta dai ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e dell’Associazione Italiana Registri Tumori (Airtum)

Nell’ambito della  conferenza del Gruppo per la Registrazione e l’Epidemiologia del cancro nei paesi di Lingua Latina, giunta alla sua 38° edizione, sono stati presentati ieri, 9 maggio, i risultati di una ricerca che ha visto coordinarsi le maggiori istituzioni e associazioni del settore, illustrando dei risultati che, se da una parte possono ritenersi scontanti (o comunque non sorprendenti), dall’altra non possono che far risuonare più di un campanello d’allarme.

La ricerca ha determinato quindi una maggiore incidenza dei tumori nelle aree inquinate del paese, ma la differenza con altre ricerche precedenti sussiste nel fatto che in passato veniva considerata principalmente la mortalità, mentre l’attuale studio si basa su tutti i casi di tumore per cui esiste una comprovata conferma istologica.

Il campione preso in considerazione è significativo:  dal 1996 al 2005, sono stati presi in considerazione due milioni di persone circa e la ricerca ha misurato 57.391 casi di cancro negli uomini e 49.058 nelle donne, a cui hanno contribuito in particolare tumori maligni di esofago,colon-rettofegato, colecisti e pancreas.

All’apertura dei lavori della conferenza, il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Mario Zappia ha dichiarato:

In un momento in cui è necessario sapere come spendere bene e in modo adeguato le risorse economiche nella sanità e in particolare su una malattia di grande rilevanza sociale come il cancro, il ruolo dell’epidemiologia è fondamentale per la misurazione dello stato di salute della popolazione, ma anche per sostenere la pianificazione e la valutazione del sistema e del controllo sanitario. Oggi nessuna politica sanitaria può essere fatta senza un adeguato supporto di conoscenze epidemiologiche e di valutazione dei risultati

Purtroppo l’inquinamento sta raggiungendo livelli sempre più elevati, ma nonostante questo ancora in molte persone manca totalmente la sensibilità nei confronti dell’ambiente.

Rispondi