‘Ndrangheta e politica: 15 nuovi arresti a Reggio Calabria

0 56
Reggio Calabria, la polizia sul luogo degli arresti

Stamattina, 21 maggio 2012, sono stati compiuti dalla polizia di Reggio Calabria 15 arresti di esponenti della politica e dell’amministrazione locale , appartenenti alla potente ‘ndrina Commisso. Grazie infatti alle indagini degli uomini della squadra mobile e del Commissariato di P.S. di Siderno, nell’ambito dell’operazione soprannominata “Falsa Politica” , sono emersi gli interessi della cosca Commisso per le vicende politiche locali e gli  intrecci tra ‘ndrangheta e politica.

Già nei mesi scorsi si era arrivati all’arresto dell’ex sindaco di Siderno(RC) , Alessandro Figliomeni, attualmente detenuto. Con l’intervento di oggi sono stati arrestati, tra gli altri, l’ex consigliere regionale Cosimo Cherubino, un ex consigliere provinciale, un consigliere comunale in carica e un ex consigliere comunale. Tutti collusi con il clan Commisso, la cui potenza è arrivata negli anni a vantare tanti affiliati nell’ambiente politico e in diverse regioni d’Italia e all’estero (persino in America).

L’emersione di queste attività illecite è cominciata nel 2010 con la mozione di sfiducia e successivo arresto del candidato sindaco Alessandro Figliomeni, che secondo le accuse dell’operazione “Recupero”, “contribuiva a dirigere e coordinare il sodalizio dei Commisso partecipando alle competizioni elettorali, con il supporto dell’organizzazione” e, da sindaco, era, sempre secondo quanto riportato negli atti giudiziari, l’uomo politico di riferimento per il sodalizio mafioso.

Oggi si riaccende quindi l’attenzione verso questa zona e in particolare sugli eventi torbidi di Siderno, comune che per un anno è stato  commissariato, guidato cioè da commissari straordinari, Mario Ruffo e Rosalba Scialla; nel maggio 2011 si sono svolte invece nuove elezioni che hanno visto la vittoria del PDL al primo turno con Riccardo Ritorto.

Rispondi