Mutui e banche :un rapporto basato sulle scorrettezze

0 85

Si fa sempre più complicato il rapporto tra mutui e banche, passando da sinonimi a contrati, soprattutto se focalizziamo la nostra attenzione sui mutui sulla casa e sulla vita. Le banche per accaparrarsi nuovi clienti usano pubblicità ingannevoli, trucchetti, sotterfugi e pratiche ai limiti della legalità, il tutto con “il pieno consenso della legge”.

persone intente a chiedere un mutuo

Nel dettaglio. Sicuramente sarà capitato anche a voi di aprire un mutuo e la prima cosa da fare non è valutare “l’offerta” proposta dalle varie banche ma bisogna cercare “quel nome di banca” altrimenti è facile trovarsi difronte ad un NO. Sarà capitato anche a voi di dover pagare le rate che la banca vi impone e successivamente firmare i documenti per aprire un conto corrente presso di loro. Questi sono giochetti o trucchetti che, almeno per il momento, non hanno nessun fondamento legale ma rappresentano una “routine” per la stragrande maggioranza dei clienti, influenzati da una predisposizione psicologica del momento.

La legge afferma che “nessun cittadino deve acquistare la polizza assicurativa della stessa banca con cui ha stipulato il mutuo. Anzi, se viene provato che la banca stessa imponga al cliente una polizza assicurativa sul mutuo al suo cliente, incorre in una pratica scorretta e viola la legge”.

Sempre per legge, le banche quando chiedono una polizza assicurativa sulla vita devono consigliare diverse proposte provenienti da compagnie assicurative che non hanno nessun tipo di accordo con la banca erogatrice del muto.

Infine, per quanto riguarda la politica e le pratiche scorrette adottate dalle banche dobbiamo rifarci “all’obbligo fantasma” di aprire un conto corrente presso la stessa banca. Condizione necessaria, fondamentale senza la quale non si riceve il credito. La legge punisce questo comportamento scorretto adottato dalle banche con sanzioni.

Questa è la legge, quella a cui assistiamo tutti i giorni è la realtà.

Fonte: supermoney.eu

Rispondi