M5S denuncia compravendita di parlamentari. E continua l’attacco

0 71

Durissimo atto d’accusa del nuovo capogruppo alla Camera del MoVimento 5 Stelle Riccardo Nuti. Il giovane deputato siciliano dal suo profilo facebook denuncia a chiare lettere il tentativo di compravendita di alcuni parlamentari 5 Stelle da parte di soggetti esterni al MoVimento.

“Avremo anche noi i nostri Scilipoti” diceva già in campagna elettorale Beppe Grillo, subodorando già possibili tentativi di insinuare nei gruppi parlamentari stellati il germe della divisione. “Faremo scouting tra i grillini” affermava nello stesso periodo Pierluigi Bersani, destando polemiche e usando un termine british poco conosciuto e traducibile con “osservare e valutare una persona dotata di talento, per una possibile assunzione”.

M5S denuncia il tentativo di compravendita

“Sappiamo con certezza che c’è in atto una compravendita morale e politica dei nostri parlamentari ad opera di persone esterne al MoVimento – scrive Riccardo Nuti – Abbiamo ogni giorno il coraggio di fare i nomi del malaffare in aula, non avremo timore di fare i nomi di chi, da tempo fuori dal MoVimento, tenta di colpirlo per antichi rancori e oscuri interessi”.

Attacco continuo al M5S, mai visto nulla di simile

L’attacco  “mediatico, forte , concentrico” contro il MoVimento 5 Stelle continua nel frattempo su tutti i media nazionali, quasi fosse l’unico vero argomento della attualità politica. Passano decisamente in secondo piano i fallimenti espliciti del Governo che, dopo aver annunciato l’abolizione dei rimborsi elettorali con un tweet di Enrico Letta, ha poi presentato un disegno di legge che posticipa il tutto al 2017; solo rinvio anche per l’IMU che verrà comunque pagata – eccome – anche quest’anno…e guai a ricordare che qualcuno aveva addirittura promesso la restituzione di quanto pagato nel 2012, andato invece a tappare l’enorme buco di Monte Paschi; aumenterà anche l’IVA dal 21% al 22%.

Accendendo un qualsiasi canale televisivo RAI, Mediaset o La7, a qualsiasi ora del giorno, facendo un breve zapping, sarà sempre e comunque possibile trovare una trasmissione, un talk show, un approfondimento o anche una presentazione di un film, in cui si parla – ovviamente in senso negativo – di Beppe Grillo e del M5S.

L’ultima perla – in ordine di tempo – quella di “Quinta Colonna”, programma condotto da Paolo Del Debbio (uno dei fondatori di Forza Italia) che in una recente puntata avrebbe spacciato per “elettrice delusa del MoVimento 5 Stelle” una ragazza che, in realtà, era una candidata del PDL alle elezioni comunali di Parma!

Per carità, ogni giornalista – in quanto essere umano – può sbagliare, ma una verifica in più sarebbe, se non altro per deontologia professionale, doverosa.

Intanto, a furia di speciali e contro-speciali, passa dai media l’idea che in realtà il MoVimento 5 Stelle non stia facendo nulla. Dopo una lunga serie di post particolarmente critici sugli avversari, politici e mediatici, del M5S, nel post odierno sul Blog di Beppe Grillo arriva una prima sostanziale svolta. Un semplicissimo link, a conclusione del post, alla pagina facebook ufficiale in cui vengono raccolti – divisi per settimane – i lavori dei parlamentari stellati. Di tante proposte presentate da quello che, statistiche ufficiali alla mano, è il Gruppo più presente nei lavori parlamentari, pochissimo riesce a passare attraverso i media, anche nelle trasmissioni televisive in cui i parlamentari, sempre più spesso, si sottopongono alle domande dei mezzibusti dell’informazione… domande che quasi mai toccano gli argomenti discussi nelle Aule parlamentari, aule purtroppo sempre più spesso semivuote.

Rispondi