Blog di Beppe Grillo: Re Giorgio II | LETTERA DI NAPOLITANO

2 176

Blog: ricostruzione dell’iter del M5S e di quanto è successo e una  lettera di Napolitano. Oggi parla Grillo alla Città dell’Altra Economia. 

Oggi si sta tenendo, dalle ore 12, presso la Città dell’Altra Economia, la conferenza stampa con Beppe Grillo, Vito Crimi, Roberta Lombardi e tutti i parlamentari M5S sull’elezione del presidente della Repubblica.

Blog di Beppe Grillo: Un Napolitano bis ed un Amato bis?

Ed ora, come  ci illustra anche  la foto del Blog di Beppe Grillo non c’è che  attendersi un governo Amato, così l’inciuccio è totale: Pd (almeno quello che  ne rimarrà visto che  Sel non approva) Pdl, Monti e Lega si preparano a “Governare”, cosa ci attenderà? Quali sorprese?

Un governo Amato sotto la presidenza della Repubblica di Giorgio Napolitano che, per la seconda volta (unica mai successa) si troverà a dover gestire l’ingrato compito…

Il Blog di Beppe Grillo pone  una  particolare attenzione  ad una lettera che  Giorgio Napolitano scrisse ad un quotidiano che  ora non c’è più: Libero. Come citato nel blog di Beppe grillo, Napolitano la scrisse il 28 settembre 2012 proprio per mettere, nero su bianco, ulteriori sue motivazioni in merito alla sua rinuncia  per un “eventuale” secondo mandato.

Bersani si è dimesso tra le lacrime, ma, allora non capiamo proprio il motivo per il quale ha voluto cedere, ancora per l’ennesima volta al ricatto del Pdl quando, come  cita appunto il blog di Beppe
grillo in merito alla proposta di candidatura di Stefano Rodotà:

“Alle Quirinarie il MoVimento ha votato con il cuore e con la testa, proponendo come primi tre nomi una donna, Milena Gabanelli, e un uomo, Gino Strada, della società civile e un giurista di caratura internazionale, Stefano Rodotà. Alla fine dopo la rinuncia dei primi due candidati è subentrato il terzo, una delle figure più autorevoli della cultura giuridica nel nostro paese e che pur nella sua indipendenza (è stato un tempo uno degli indipendenti di sinistra) ha sempre appartenuto alla sinistra.

[ad#silvio]

Sembrava quasi naturale che un partito sedicente di sinistra potesse convergere su questo nome. Un uomo di quella levatura giuridica sarebbe stato comunque il garante di tutti e avrebbe svolto la sua funzione di super partes, fondamentale per un Presidente della Repubblica. E invece hanno offerto al popolo italiano uno spettacolo indecoroso…”

Intanto ricordo che oggi, domenica 21 aprile 2013, a Roma è in corso dalle ore 12, presso la Città dell’Altra Economia, la conferenza stampa con Beppe Grillo, Vito Crimi, Roberta Lombardi e tutti i parlamentari M5S sull’elezione del presidente della Repubblica. 

2 Commenti
  1. lorenzo lillini dice

    questo mio commento l’ho inviato alla redazione del governo ai nostri bravi politicanti. ( il commento non riguarda il movimento 5 stelle. spero che la farete vedere a questi porci che ci stanno rovinando) .Non capisco alcune cose di voi politici.
    il lavoro sta scarseggiando e pare che grazie a voi andrà sempre peggio.
    non vi importa nulla dell’italia e degli italiani.
    mentre noi ci impoveriamo voi al contrario vi arricchite e non intende rinunciare ai vostri lussi. ovviamenti pagati da noi.
    guardate che cosi non va propio bene.
    non prendete esempio dagli altri paesi solo quando dovete mettere le tasse. prendete gli altri paesi europei e usa gli stipendi dei politici, le loro agevolazioni, e la durata della loro vita politica.
    ma vergognatevi.

  2. Carneade dice

    Prima della rielezione di Napolitano sia Berlusca che Bersani hanno fatto un gran baccano sul fatto che il nuovo Presidente doveva essere il presidente “di tutti”.
    Domande:
    Sabato, prima di andare da Napolitano per richiedere la sua disponibilità a ricandidarsi, i due B hanno chiesto ai rappresentanti del maggior partito di unirsi a loro per tale richiesta?
    Quando Napolitano ha ricevuto i due B lo stesso ha chiesto loro come mai rappresentanti del maggior partito non erano presenti?
    E’ questa la grande preoccupazione, data ad intendere con tanto baccano, che il nuovo presidente fosse “il Presidente di tutti”?
    Bersani si è lamentato del tradimento attuato dai suoi compagni di partito nel voto a Prodi; ma allora come intende egli rispondere del tradimento, attuato col suo comportamento, nei confronti delle aspettative dei suoi elettori?

Rispondi