Blog di Beppe Grillo: Il 25 aprile è morto | CONSIDERAZIONI

1 175

Blog di riflessione: con Berlusconi al Parlamento è morto! Nell’inciucio tra Pd e Pdl il 25 aprile è morto. Alcune considerazioni

Beppe Grillo, nel Blog elenca una  lunga serie di fattori che, nel tempo, hanno determinato la morte del 25 aprile. Si perché il 25 aprile, non dimentichiamolo, è la lotta ed il ricordo della Resistenza antifascista, quella che  rese libera l’Italia dal fascismo, quella che  preparò il terreno alla nascita della Repubblica.

Blog: nell’inciucio tra il pdl e il pdmenoelle il 25 aprile è morto

Il 25 aprile è morto per Beppe Grillo per via di una innumerevole serie di fatti, fatti che hanno determinato l’abbandono delle primarie tradizioni della Repubblica, e, come  dice Beppe Grillo nel suo Blog, Nella nomina a presidente del Consiglio di un membro del Bilderberg il 25 aprile è morto…

Ma è morto per una  innumerevole serie di altri fatti, fatti che  stiamo vivendo in questi giorni, fatti che  hanno fatto avvicinare, troppo, il Psd al Pdl, fatti che , volutamente,  nell’oscuro disegno della Casta stanno facendo dimenticare i primari valori dell’antifascismo.

Ma forse, se mi è permesso  un punto di vista personale, forse, come  si può ascoltare dal discorso del 25 aprile pronunciato in piazza del Duomo a Milano da Laura Boldrini, presidente della Camera, i valori che  devono vivere, oltre al ricordo della  lotta contro il fascismo, al ricordo della Resistenza, ai caduti per la Resistenza, devono vivere anche  i moniti contro le guerre, contro le violenze, contro le Guerre da qualsiasi parte esse arrivino. Un 25 aprile aperto ai diritti umani, ai diritti del Lavoro, ai diritti sociali.

Un 25 aprile  per la liberazione delle donne, per l’uguaglianza di Genere, un 25 aprile che  vive il momento nella ricerca dei veri valori del rispetto contro ogni tipo di supremazia  fascista che  voglia  imporre delle regole, contro l’affermazione  dei diritti di un Paese civile…

Il fascismo è stato un regime illegittimo!

[ad#silvio]

Queste, secondo me, dopo aver ascoltato il discorso di Laura Boldrini, sono, forse, i veri valori intorno ai quali va ricostruito e non dimenticato il 25 aprile, un 25 aprile che, se per molti giustificati aspetti contenuti nel Blog di Beppe Grillo, può “sembrare” morto, deve essere ricordato. Un 25 aprile verso il quale occorre costruire un ricordo valido per poter vivere un futuro in virtù dei nuovi quadri Mondiali  contro le dittature, le violenze di ogni tipo e la mancanza del rispetto che, altro non sono, se non i risvolti del fascismo e delle dittature.

Ma ritorniamo al Blog di Beppe Grillo che , senza dubbio traccia  un quadro reale sulla situazione  politica Italiana e sulle  mancanze della  nuova scena  politica…

“nella dittatura dei partiti il 25 aprile è morto,
nell’informazione corrotta il 25 aprile è morto,
nel tradimento della Costituzione il 25 aprile è morto,
nell’inciucio tra il pdl e il pdmenoelle il 25 aprile è morto,
nella rielezione di Napolitano e il passaggio di fatto a una Repubblica presidenziale il 25 aprile è morto,
nell’abbraccio tra Bersani e Alfano il 25 aprile è morto…”

Per leggere il Blog di Beppe Grillo: Il 25 aprile è morto

1 Commento
  1. Angelo Carobolante dice

    In tutti e 6 i motivi – giusti – per i quali il 25 aprile è morto c’è anche il M5S, ci sei anche Tu caro Grillo.
    Si, se il 25 aprile è morto è anche colpa tua, perchè Tu eri li e non hai fatto nulla. Anzi, con il tuo schizzare merda a tutti indistintamente sei stato il NOTAIO COMPIACENTE dell’inciucio mortale.
    Occasione persa!

Rispondi