Genova, un romanzo sulla strada lungo mille metri | VIDEO

0 123

Genova, un romanzo, scritto sulla strada lungo ben mille metri è l’ultimo racconto istallazione curata da Stefania Galeati Shines. Video

Genova, un romanzo in strada

Genova, un romanzo, scritto sulla strada lungo ben mille metri è l’ultimo racconto istallazione scritta da Rosa Matteucci.

Genova, è diventata il cuore di un’installazione curata da Stefania Galeati Shines che ha riscritto il testo con vernice bianca seguendo la strada che da palazzo Ducale trasporta i lettori fino al mare. La storia di Matteucci è, alla fine, una favola:

Quella di Ruth ebrea russa che si innamora di Carlo, militare fascista. E come in tutte le favole, soprattutto quelle scritte a mano, l’amore alla fine sconfigge la teoria odiosa della differenza.

A Genova il racconto istallazione sulla strada è scritto con vernice bianca sulla strada seguendo un itinerario che dal cuore di una città, Genova, porta dritto al mare quindi all’origine, quindi ancora all’amore.

Genova, in questa istallazione racconta la storia dell’amore che alla fine sconfigge tutte le differenze e trionfa. forse un finale retorico, a mio avviso, ma che però, per come è trattato, e per come  è realizzato, col suo forte impatto visivo- emozionale, non può che destare interesse anche agli occhi del più scettico osservatore.

[ad#Silvio]

Dunque Genova città d’arte con questo libro itinerante per ben un chilometro ed affidare questo racconto a Galegati ha significato affidare le parole alla pietra, al selciato, ricostruire uno speciale filo conduttore di colui che cammina, accompagnato ha detto Galegati, come un libro accompagna chi viaggia.

La favola itinerante di Genova inizia con queste parole:

Per raccontare questa storia d’amore bisogna partire da Odessa …

E alla fine della loro storia insieme raccontata per un chilometro sulla strada, con grafia semplice ed invitante:

Dormono l’uno accanto all’altra, la stella di David e la croce latina, nell’attesa del risveglio alla fine della fine del tempo.

IL VIDEO


 

 

Rispondi