Vendée Globe …e i pescherecci – nuovo scontro

0 60

Vendée Globe…e un nuovo peschereccio sulla rotta degli skipper. Louis Burton ne incontra e …scontra uno

Nuovo scontro tra un partecipante al Vendée Globe e un peschereccio e … nuova vittima!

Ho l’impressione che il mio paragone con “il giallo” di Agatha Christie non fosse poi così assurdo e i “10 piccoli indiani” tramutati in “20 grandi skipper” continuano a incorrere in incidenti…

Questa volta si tratta di Louis Burton, il più giovane dei partecipanti, che, fortunatamente per lui, non è ancora completamente fuori gara, Bureau Vallée, la sua imbarcazione non ancora eliminata.

L’urto era avvenuto nella notte e le possibilità di valutare i danni limitate.

Burton ha dovuto attendere il giorno, per cercare di fare il punto della situazione, prendere foto, inviarle al suo team perché fossero fatte le giuste valutazioni e prendere le conseguenti decisioni.

I danni dall’urto contro il peschereccio sono considerevoli ma a quanto pare potranno essere riparati, ma a questo punto si tratta di una corsa contro il tempo.

Burton sta facendo rotta su Les sables d’Olonne, dove potrebbe arrivare, venti permettendo entro quattro giorni, il tempo di eseguire le riparazioni e partire una seconda volta, entro e non oltre le ore 13:02 del 20 novembre, i fatidici dieci giorni dalla partenza di tutte le imbarcazioni oltre i quali non sarà più possibile partecipare alla gara.

La regata è una gara in solitario, senza scalo, senza assistenza e in caso di riparazioni queste possono essere realizzate solo al porto di partenza Les sables d’Olonne, unico approdo ove poter toccare terra, ma tutto questo in un tempo limite che non può superare i 10 giorni esatti dal via.

Il gruppo di testa dei primi otto si sta dirigendo verso l’arcipelago delle Canarie e alla velocità con cui stanno avanzando, le isole dovrebbero essere doppiate domani mattina presto.

Alla fine della quarta giornata, al bollettino delle 20h, François Gabart su Macif é ancora in testa, e, come ieri sera, è ancora seguito da Bernard Stamm e Armel Le Cleac’h. Stamm ha aggiunto qualche miglia alla distanza che lo separa da Gabart, tallonato da Le Cleac’h a 63 miglia da gabart.

Riu è quarto a centotrentanove miglia dal primo.

Alessandro di Benedetto, è a 473 miglia, mentre Bertrand de Broc partito con circa mezza giornata di ritardo a seguito di un incidente prima del via è davanti al polacco Gutkowski, su Energa a 630 miglia da Gabart.

Dietro al gruppo di testa le condizioni per gli altri in coda non sono delle più favorevoli in mezzo a burrasche temporalesche.

Ci vorrà della pazienza prima che riescano a trovare tra un po’ d’ore venti più favorevoli…e intanto le distanze aumentano e si allungano sempre più…

E domani è un altro giorno …e chissà cosa porterà???

Speriamo di poter dire….. BASTA con i pescherecci!

Rispondi