Cagliari-Roma 0-3 a tavolino

0 56

Molti lo sospettavano già da ieri, serviva però l’ufficialità arrivata solo oggi. Il giudice sportivo ha infatti accettato il ricorso presentato dalla Roma, che si prende 3 punti senza faticare. Al contrario il Cagliari è stato ritenuto responsabile della mancata disputa della partita dopo l’invito del presidente Cellino ai propri tifosi ad andare ad assistere alla partita allo stadio nonostante quest’ultima si sarebbe dovuta giocare a porte chiuse per inagibilità dell’impianto.

Queste le spiegazioni date dal giudice Tosel in merito all’invito di Cellino: “La stessa costituisce una palese violazione di cui all’art. 12, n. 2 CGS, che impone alle Società la rigorosa osservanza delle disposizioni emanate dalle pubbliche autorità in materia di pubblica sicurezza, e considerato che tale violazione ha costituito la causa diretta ed esclusiva dell’impedimento alla regolare effettuazione della gara; preso atto che la Soc. Roma ha preannunciato un reclamo ex art. 29, n. 4 CGS; visti gli art. 29, n. 3 e 17, n. 1 C.G.S., delibera di sanzionare la Soc. Cagliari con la perdita della gara con il punteggio di 0-3 (zero a tre), disponendo altresì la trasmissione di copia degli atti al Procuratore federale per quanto di competenza in merito alla condotta del Presidente della Società stessa”.

 

Rispondi