Champions League: Juve-Celtic 2-0 e i bianconeri vanno ai quarti!

Juve-Celtic finisce 2-0 dopo lo 0-3 dell’andata a favore della Juventus che passa il turno e si ritrova ai quarti di finale di Champions League confermando di essere una delle squadre migliori in europa.

La Juve passa il turno

Si conclude con uno 2-0 secco la partita Juve-Celtic, la sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League tanto temuta dai i Bianconeri che nonostante la vittoria per 3-0 all’andata, non ha mollato un minuto gli scozzesi del Celtic dopo la carica che Antonio Conte ha dato alla squadra: “Nessuno deve sottovalutare la sfida contro il Celtic“.

La partita si è giocata allo Juventus Stadium, la Juve ha cominciato subito bene e ha trovato il gol al 24esimo minuto con Alessandro Matri, al quale era stato lasciato spazio da Conte che ha fatto riposare i soliti titolari come Vucinic, continua bene per tutto il resto del primo tempo con qualche sprazzo del Celtic che si fa vedere dalle parti di Buffon.

Alla ripresa del tempo di gioco, stessa Juve e stesso Celtic che prova sempre ad attaccare, ma arriva il gol al 65esimo di Fabio Quagliarella che chiude così la qualificazione della Juventus ai quarti di finale della Champions anche se gli Scozzesi non hanno mai mollato fino alla scadenza del tempo di recupero, ma non hanno trovato il gol.

Gli unici ammoniti della partita sono Peluso e Izaguirre, lo Juventino non era diffidato quindi potrà essere disponibile a Conte nelle prossime partite. Grande rispetto dei tifosi del Celtic nei confronti della propria squadra e degli avversari nonostante il risultato, grande anche il rispetto dei tifosi bianconeri che avevano quasi riempito lo stadio anche se le condizioni meteorologiche non erano delle migliori.

Si conclude quindi con uno 5-0 totale la partita tra andata e ritorno tra Juve-Celtic, sempre dimostrata la superiorità degli uomini di Conte anche se in alcune occasioni hanno rischiato abbastanza, la Juve si conferma così la prima squadra italiana.

Non scordarti, condividi su:

Riguardo Tommi Sinani