Beppe Grillo scrive: bisogna capire gli attentati ad Equitalia

0 59

Beppe Grillo nel suo blog scrive oggi che gli attentati ad Equitalia vanno capiti

Ecco quello che Beppe Grillo ha scritto oggi sul suo blog in merito ai vari attentati ad Equitalia:

“Se Equitalia è diventata un bersaglio bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze. Un avviso di pagamento di Equitalia è diventato il terrore di ogni italiano. Se non paga l’ingiunzione “entro e non oltre” non sa più cosa può succedergli. Non c’é umanità in tutto questo e neppure buon senso. Monti riveda immediatamente il funzionamento di Equitalia, se non ci riesce la chiuda. Nessuno ne sentirà la mancanza”.

[ad#Silvio]

L’europarlamentare Debora  Serracchiani (Pd) sostiene in merito che:

 “c’é sicuramente più di una riflessione da fare su Equitalia, ad esempio sui tassi di interesse delle cartelle esattoriali, sulla messa all’asta delle prime case o sull’impossibilità per le imprese di compensare debiti e crediti con lo Stato.

Ma da qui ad accreditare in modo strisciante il concetto che gli attentati dinamitardi sono un fenomeno ‘da capire’, corre la stessa distanza che c’é tra la protesta civile e il lancio delle molotov”.

 Per L’europarlamentare Debora  Serracchiani: “fomentare i sentimenti più torbidi e potenzialmente violenti per fare consenso è una tattica già sperimentata dalla Lega, ed evidentemente piace anche a Beppe Grillo.E’ un peccato, anche perché l’ex comico si poteva ritagliare un ruolo più propositivo di quanto non sia  cavalcare banalmente il malcontento”.

Fatto sta che Beppe Grillo ha messo il dito sulla piaga. Bisogna cercare di capire che questi gesti, condannabili perché estremi e violenti, sono stati generati da un malcontento diffuso anche e soprattutto in base alle attuali “Manovre”.

Rispondi