Seychelles: venduta l’isola d’Arros di Liliane Bettencourt

0 107

60 milioni per l’isola d’Arros alle Seychelles che passa dalle mani dell’ereditiera dell’Oreal a una ONG che protegge gli oceani

L’atollo di Arros, isoletta dalla forma di pallone di rugby dell’arcipelago delle Seychelles è passata di proprietà e non “appartiene” più (le virgolette sono d’obbligo a causa di un montaggio fiscale che fa apparire l’isola di una società del Liechtenstein) a Liliane Bettencourt, unica ereditiera della fortuna dell’Oreal, al terzo posto con il più ricco patrimonio europeo e prima fortuna al femminile d’Europa che di questa isola non aveva mai fatto menzione tra i suoi averi legalmente dichiarati.

L’isola acquistata nel 1999 per 18 milioni di euro e rivenduta per 60, ai quali devono essere tolte un bel po’ di tasse che andranno a rimpinguare le casse dello Stato delle Seychelles ( 18,5 milioni per l’esattezza tra tributi e arretrati non pagati) è ora di proprietà della società Chelonia Ltd che appartiene a Save our Seas Ltd, compagnia offshore delle Isole Vergini britanniche in carica della gestione dei beni della Fondazione Save Our Seas basata a Ginevra

Secondo il governo delle Seychelles l’isola sarà prossimamente proclamata “riserva naturale” e gestita dalla Fondazione Save Our Seas in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e dell’Energia.

Madame Bettencourt, quest’anno novantenne, erede di una fortuna colossale è spesso tornata a far parlare di sé e a riempire le prime pagine dei quotidiani francesi.

A parte la storia dell’isola sospettata di essere al centro di frode fiscale dal momento che Arros non è mai apparsa come appartenente al patrimonio della Bettencourt e la guerra tra lei e la  figlia che vuole metterla sotto tutela, il  nome della ricca ereditiera è stato più volte legato a quello dell’ex presidente Sarkozy, la cui precedente campagna presidenziale in 2007 era stata sospettata di aver ricevuto tra le sovvenzioni, dei  finanziamenti illeciti dall’ereditiera dell’Oreal.

Non più tardi di un mese fa diverse perquisizioni erano state compiute in uffici appartenenti all’ex presidente e nella sua  abitazione nel 16 arrondissement in relazione appunto all’ “affare Bettencourt”

Rispondi