Segolene S.O.S.…Salvate il Soldato Royal

2 63

Da Segolene a Valerie uno psicodramma al PS.

Segolene Royal- L’elezione: una vera telenovela

Dal soldato Royal al Premier dramme….I titoli si sono più che sbizzarriti in questa settimana dell’entre deux tours (la settimana  tra le due tornate elettorali) delle elezioni legislative,  nella gara di solidarietà a Segolene Royal che vede minacciata la sua elezione a deputata .

Arrivata in testa al primo turno delle elezioni legislative a la Rochelle con Il 32% dei voti, tallonata dal socialista “dissidente”Olivier Falorni con quasi il 29%, mentre la terza candidata dell’UMP è stata eliminata domenica 10, Segolene si ritroverà al ballottaggio il 17 con il compagno di partito.

La consuetudine vuole che tra compagni dello stesso schieramento, il secondo classificato rinunci, non presentandosi al secondo turno e lasci che il primo sia eletto, ma questa non è affatto la visione di Falorni che ha ben deposto lunedi la sua candidatura, rinnovando la propria decisione a presentarsi e a farsi eleggere, tanto più che dopo il discorso di Bussereau ex ministro del’UMP sa di contare sull’appoggio della destra, di cui potrebbe ottenere i voti in quanto “uomo del territorio” ed essere favorito rispetto a Madame Segolene Royal.

Gran subbuglio in Rue Solferino, sede del PS.

Tentativi di dissuasione nei confronti di Falorni, caduti nel vuoto.

Tuoni e fulmini scagliati dalla segretaria Aubry, totalmente ignorati.

Anatemi vari, non hanno minimamente scomposto il “dissidente”

Martedi mattina Martine Aubry e il ministro dei Verdi Cecile Duflot, sono partite alla volta della Rochelle a portare il loro supporto alla compagna Segolene, incoraggiata anche da Hollande, che benché non sia intervenuto direttamente richiamando all’ordine il “dissidente” (non avrebbe potuto farlo senza rischiare di perdere di credibilità) ha comunque sostenuto la compagna socialista, sua ex –compagna, nonché madre dei loro quattro figli ricordando come la Royal fosse l’unica candidata della maggioranza presidenziale che poteva valersi del suo sostegno e del suo appoggio.

E più o meno mentre Segolene rilasciava le sue dichiarazioni ringagliardita dalla telefonata dell’ex-compagno e rincuorata dal sostegno del presidente è arrivato un nuovo messaggio di sostegno e incoraggiamento assolutamente inatteso e imprevisto. Questa volta il messaggio era destinato a Olivier Falorni e gli arrivava verso mezzodì da madame Trierweiler.

Di che rendere una situazione incandescente….a dir poco esplosiva.

Confermato che il messaggio non era un falso e che arrivava dal vero conto tweeter della première dame Valerie, il primo a rallegrarsene è stato il destinatario del dispaccio che ha sottolineato come quanto piacere leggesse  un bel messaggio di amicizia in un momento in cui non faceva che ricevere colpi e attacchi ingiusti.

Silenzio glaciale e di tomba da parte di Madame Royale che ha proferito un: “Non ho commenti da fare, tutti i miei pensieri sono rivolti agli elettori”.

I commenti ovviamente sono arrivati dagli altri: compagni di partito che, profondamente imbarazzati hanno ribadito come di Segolene ci fosse bisogno all’Assemblea Nazionale e che l’unico sostegno che contasse era quello di Hollande e avversari che non si sono privati del piacere di ironizzare sull’accaduto.

Frasi come “La buffonata fa l’ingresso all’Eliseo” e “I socialisti hanno almeno una virtù , quella di farci tanto ridere!” oppure “Regolamenti di conti! La presidenza normale??? …promette bene davvero!” e ancora “Rimpiangete Sarkozy…Rimpiangerete Carla!” fino a Dallas all’Eliseo!”sono arrivate da voci dei vari UMP.

E, ciliegina sulla torta, non è mancato il commento di Marine Le Pen.

La presidente del Front National ha sdegnosamente commentato via tweeter:” Madame Trierweiler che ha regolato i conti con la ex del suo compagno, incidentalmente presidente della Repubblica…è pietoso…Come promette bene…

Da Segolene Royal a Valerie Trierweiler, la presidenza normale sembra meno normale di quanto volesse apparire, o forse è proprio l’opposto … é veramente normale anche se più che di  politica sembra di parlare di una telenovela… ma come spesso la realtà supera di gran lunga la fantasia!

Rispondi