Morto Jon Lord storico fondatore dei Deep Purple | Video Child in Time

0 68

Morto Jon Lord, lo storico cofondatore dei Deep Purple, non ce l’ha fatta ed ha perso la sua battaglia contro il cancro. Video Child in Time

Morto Jon Lord grande tastierista dei Deep Purple

Morto Jon Lord, aveva 71 anni e da tempo soffriva di cancro al pancreas …

Il cancro avrà portato via il suo corpo ma non il suo spirito musicale… impossibile, per chi ha vissuto la musica dei Deep Purple, dimenticare le storiche emozioni  che il poliedrico tastierista dei Deep Purple ci ha regalato.

Morto Jon Lord, nelle nostre orecchie le sue fantastiche  melodie , composizioni, vere e proprie stelle nel firmamento della storia del rock, continuano e continueranno a farci vibrare, perché la musicva  non potrà mai morire e composizioni come quelle di Jon Lord vivranno nella storia della Musica.

Jon Lord, si è spento alla London Clinic, dove era ricoverato, circondato dalla famiglia.

Jon Lord, oltre che con i Deep purple, ha lavorato anche con i Whitesnake, Paice, Ashton and Lord, The Artwoods e Flower Pot Men.

Ma forse, l’apoteosi della sua carriera di compositore e strumentista innovativo l’ha trovata proprio con i Deep Purple. Per chi non lo conoscesse e non conoscese la discografia dei Deep Purple, dedico questo stupendo brano, che forse, più di tutti ha rappresentato questa fantastica band dei Deep Purple, una band che musicalmente, forse ha dato, maggiormente, a Jon Lord la capacità di esprimersi al meglio degli anni a cavallo tra i ’60 ed i ’70.

[ad#Silvio]

Jon Douglas Lord (Leicester9 giugno 1941 – Londra16 luglio 2012) è stato un organista e compositore britannico, tra i tastieristi più famosi della scena del rock, fondatore e membro dei Deep Purple, grande innovatore dell’organo Hammond di cui è uno dei più grandi esponenti, riuscendo a rendere il suo suono ruggente e adatto al sound Hard Rock.

Jon Lord nei Deep Purple rivelò il proprio stile, unendo erudizioni da pianista e organista classico (notevoli in proposito le influenze da Beethovenalla musica organistica di Bach) a ben più energiche esecuzioni all’organo Hammond in chiave rock.

È curioso l’utilizzo dell’amplificatore Marshall da parte di Jon Lord, che amplificava il proprio organo Hammond attraverso l’amplificatore per “chitarra” Marshall, rendendo il sound dei Deep Purple unico al mondo. Possiamo affermare, dunque, che fece di necessità virtù, poiché in questo modo i Deep Purple, che in formazione avevano un unico chitarrista – Ritchie Blackmore – puntarono a rendere il loro sound più chitarristicamente completo e potente, rinunciando volentieri al suono troppo melodico delle tastiere, diventate adesso ruggenti attraverso questa geniale trovata innovativa.

Nei Deep Purple suonò dal 1968 al 1975 nelle classiche formazioni MK I, II, III, IV e su tutti e dodici gli album da studio e live. Esegue anche progetti paralleli che lo portarono a realizzare The Gemini SuiteWindows (1974) e Sarabande (1976).

Morto Jon Lord,  la sua musica rimane nelle splendide composizioni che  ci ha fatto ascoltare, una fra tutte, è la splendida Child in Time che vi ripropongo in questo straordinario live del 1970, una registrazione  particolarmente riuscita anche per la qualità audio che si è conservata molto bene  essendo ovviamente stata trasportata da supporto analogico a file:

Silvio Arancio

 [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_X7uzjDhe8s[/youtube]

Rispondi