Lolita il film di Stanley Kubrick ha compiuto 50 anni

0 114

Lolita il film di Stanley Kubrick ha compiuto 50 anni , tratto dal romanzo di Vladimir Nabokov uscì il 13 giugno 1962 vietato ai minori.

Lolita di Stanley Kubrick

Lolita il film di Stanley Kubrick ha compiuto 50 anni, tratto dall’omonimo romanzo di Vladimir Nabokov uscì il 13 giugno 1962 e con il divieto ai 18 anni. La pellicola compie quindi 50 anni  e non va dimenticato che, per i suoi contenuti a dir il vero molto delicati, allora destò molte critiche da parte dei vari Organi di Stampa.

Lolita è un film, del 1962, di Stanley Kubrick, tratto dall’omonimo romanzo di Vladimir Vladimirovič Nabokov, autore in prima persona anche della sceneggiatura della pellicola.

Trama del film

Tra Lolita – una giovane ragazza americana che vive con la madre rimasta vedova – e il professore europeo Humbert Humbert, trasferitosi negli Stati Uniti per una serie di conferenze, nasce una relazione. Il professore, in cerca di un alloggio momentaneo, incontrerà la ragazza e se ne innamorerà a prima vista. Deciderà quindi, per starle vicino, prima di trattenersi oltreoceano, poi di sposare e quindi di progettare di uccidere la madre della ragazza, per poi desistere poco prima di tentare.

[ad#Silvio]

 L’improvvisa morte della donna, travolta da un’auto, gli consentirà finalmente di rimanere solo con l’amata Lolita. Lei però, sia perché oppressa dalle morbose attenzioni del patrigno, sia perché attratta da Clare Quilty, un ambiguo e camaleontico commediografo, fuggirà dal padre-amante. Questi la rivedrà dopo tre anni, sposata a un coetaneo e al sesto mese di gravidanza. Humbert uccide a colpi di revolver Clare Quilty, ritenuto da lui colpevole di avergli portato via Lolita.

Lolita, sin dal momento dell’acquisto dei diritti sul libro, il principale problema che si pose a Kubrick e James Harris fu come ottenere il sigillo di approvazione della MPAA per un soggetto che trattava esplicitamente di pedofilia, un argomento tabù per il Codice Hays. Senza quel numero era difficile distribuire il film per sale e TV e, senza una concreta possibilità di ottenerlo, impensabile trovare dei finanziatori. Prima ancora che la sceneggiatura fosse completata fu così stabilito un contatto permanente tra i due, cui successivamente si sarebbe aggiunto Eliot Hyman per la American Artists e Geoffrey Shurlock, presidente della MPAA

Rispondi