Lettera – petizione a Asma moglie di Bachar al-Assad-Video-

0 127

Una lettera petizione direttamente rivolta a Asma, moglie di Bachar al-Assad.

Una lettera per ….Asma dove sei?

Asma è giunta l’ora di agire, di batterti per la pace.

Una lettera petizione direttamente rivolta alla moglie di Bachar al-Assad.

Una lettera scritta da mogli di ambasciatori britannici e tedeschi alle Nazioni Unite, una lettera rivolta direttamente a Asma, moglie di Bachar al-Assad, il contestato presidente della Siria, una lettera che la esorta a manifestarsi e”battersi per la pace…impedire come donna e come madre una guerra civile…”

Immagini di bambini siriani morti o feriti, per fare giungere il messaggio che “nessuno si interessa alla immagine di Asma, quello cui le autrici della lettera-petizione sono interessate, sono le azioni di Asma” che deve infine decidersi ad agire e “cessare di essere una semplice testimone.”

È questa la prima volta che un appello ufficiale si rivolge non a Bachar al- Assad, ma a sua moglie Asma.

La lettera petizione pubblicata martedi che ha immediatamente raccolto 17.000 firme, si presenta sotto forma di video della durata di quattro minuti.

Un video che oggi a due giorni dalla sua pubblicazione ha già superato le 180.000visite.

Un video che si rivolge a Asma, una donna moderna, spesso al fianco del marito, di pari dignità che deve esprimere dunque  la sua opinione e che non può nascondersi dietro il marito, in un ruolo di totale impotenza.

Con questo video, corredato da una petizione in linea, le autrici, si rivolgono alle donne di tutto il mondo, perché diventino anche loro parte attiva, agiscano su Asma, moglie di Bachar al-Assad e la convincano ad assumersi le sue “responsabilità come donna, moglie e madre”.

E mentre il cessate il fuoco non rispettato in Siria, registra ieri ancora trenta vittime e oggi 19 aprile il regime di Bachar al Assad ha lanciato nuovi assalti in Siria , sempre oggi a Parigi una quindicina di Ministri degli Affari esteri tra cui Hillary Clinton, si riuniranno per fare il punto sulla situazione in Siria e cercare di mantenere la pressione su Damasco.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=SzUViTShIAo&feature=player_embedded[/youtube]

Rispondi