Belem a gonfie vele…arriva per la sfilata a Londra !!!

Belem a Londra per i festeggiamenti della corte britannica.

Belem, il prestigioso tre alberi francese è arrivato mercoledì a Londra  per i festeggiamenti del sessantesimo, il jubilee di diamante, del regno della regina Elisabetta II.

60 anni di regno si festeggiano…ECCOME!

Domenica sulle acque del Tamigi è prevista una parata di barche,1000 battelli che sfileranno sul fiume della capitale britannica in onore della Queen.

Tra questi non mancherà il Belem, un veliero molto particolare, ricco di storia e con oltretutto una valenza molto simbolica perché questo vascello per 36 anni ha battuto bandiera inglese dal 1914 al 1950 ed è appartenuto alla famiglia reale britannica dal 1914 al 1920.

Giovedì, all’indomani dell’arrivo del veliero a Londra, il principe Charles è stato ricevuto sul Belem dall’ambasciatore francese.

Il Belem è l’ultimo tre alberi francese,il più vecchio tre alberi in Europa ancora in grado di navigare.

Costruito a Nantes nel 1896 nasce come battello della marina mercantile.

Sulla rotta delle Antille, del Brasile, con destinazione Belém all’estuario del rio delle Amazzoni, di Montevideo in Uruguay, trasporta merci fino al 1914 anno in cui, con l’avvento dei battelli a vapore non è più competitivo per il trasporto merci ed è messo a riposo e venduto al duca di Westminster con fini da crociera. Subirà enormi modifiche per garantire tutte le comodità.

Rivenduto nel 1921 cambia nome e diventa Fantôme II e fino alla morte, avvenuta nel 1939 del suo nuovo proprietario Sir Arthur Ernest Guinness , avvenuta nel 1939, viaggerà moltissimo.

A questa data che coincide con lo scoppio della II guerra mondiale, il Belem trova rifugio nell’isola di Wight, dove si salverà dalle bombe e servirà di base a una unità delle FNFL( forces navales françaises libres ).

Dopo la guerra arriverà in Italia, a Venezia, acquistata prima dalla fondazione Cini  che la farà diventare nave-scuola con il nuovo nome di Giorgio Cini, poi nel 1972 apparterrà ai carabinieri.

Nel 1979 il Belem tornerà infine nel suo paese d’origine la Francia, diventando proprietà della fondazione Belem e dichiarato nel 1984 monumento storico.

Nel 1986 traversa l’oceano per raggiungere New York in occasione del centenario della statua della libertà…il Belem ha insomma trovato nuova vita come ambasciatore dei mari…e ora a Londra per le festività della Regina.

God save the Queen and… the ship!

Non scordarti, condividi su:

Riguardo Tosca

Scrivi una Risposta.

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>